Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –


1 Commento

Pedofilo si suicida nel carcere di Mammagialla.

Viterbo – Ha indossato uno scaldacollo, ha agganciato un’estremità alle sbarre della finestra della cella e si è lasciato cadere sul pavimento. Così, ieri pomeriggio, tra le 17 e le 18, si è suicidato Roberto Patassini, detto “la nana”. Romano, 49 anni, detenuto nel carcere viterbese di Mammagialla, dove stava scontando una condanna per pedofilia e sfruttamento della prostituzione minorile. Sarebbe tornato in libertà nel 2022. Continua a leggere

Annunci


Lascia un commento

Pedofilo si suicida nel carcere Mammagialla.

Viterbo – Ha indossato uno scaldacollo, ha agganciato un’estremità alle sbarre della finestra della cella e si è lasciato cadere sul pavimento. Così, ieri pomeriggio, tra le 17 e le 18, si è suicidato Roberto Patassini, detto “la nana”. Romano, 49 anni, detenuto nel carcere viterbese di Mammagialla, dove stava scontando una condanna per pedofilia e sfruttamento della prostituzione minorile. Sarebbe tornato in libertà nel 2022.

Patassini era stato arrestato dalla polizia nell’aprile 2006 nell’ambito dell’operazione “Fiori nel fango”, che portò allo smantellamento di un’organizzazione dedita alla pedofilia e allo sfruttamento della prostituzione minorile. I ragazzini, dagli 8 ai 14 anni, venivano reclutati nei campi rom di Roma o nelle squadre di calcio giovanili. Almeno 200 le vittime accertate durante l’inchiesta. Si trattava di bambini poverissimi, che venivano adescati e comprati con pochi soldi: una paio di scarpe firmate, un telefonino, un ricarica, un panino da McDonald’s. In alcuni casi erano i loro stessi genitori a venderli per un televisore, un frigorifero, un pò di soldi.


Lascia un commento

Pedofilia: l’orrore dell’asilo Texano! bambini drogati e stuprati davanti ad una folta platea di adulti…

Il Giustiziere degli Angeli

Avrete sicuramente letto la notizia che arriva da oltre oceano, precisamente dal Texas, dove è stato scoperto un “asilo degli orrori”. Un orrore inimmaginabile da dove sono stati tratti in salvo dei bambini che venivano drogati, stuprati di fronte ad un pubblico di adulti almeno una volta la settimana. Già due persone sono state condannate all’ERGASTOLO si attende l’inizio del processo contro una terza persona (?) accusata di abusi su minori aggravato! E partecipava anche un recidivo condannato nel 1990!! e se l’ergastolo per questi reati ci fosse anche da noi??

 

I piccoli si esibivano in una minuscola cittadina vicino a Dallas –

L’asilo degli orrori non aveva finestre e operava in incognito in una minuscola cittadina del Texas, a un’oretta di macchina da Dallas. A Mineola, comunità ultraconservatrice di 5.100 anime e 30 chiese, sapevano che là dentro succedeva qualcosa di losco, ma credevano fosse un club per scambi di coppie. Nessuno avrebbe mai immaginato che bambini, alcuni di appena cinque anni, erano costretti a esibirsi in spettacoli porno di fronte a una platea di adulti. Avevano come unico alleato, per sopportare gli abusi, dei potenti analgesici a base di codeina, le chiamavano «le pillole che fanno diventare scemi».

Continua a leggere


Lascia un commento

Pedofilia: bambini vittime degli “orchi”!! la nostra società è sorda, muta e cieca?

Il Giustiziere degli Angeli

Ecco l’articolo che è uscito ieri sul Corriere della Sera! Da leggere sicuramente con molta calma e attenzione e riflettere su cosa stà accadendo alla società!!!

Fonte: Corriere.it
L’infanzia violata – Pedofilia, il nuovo allarme
Ogni anno in Italia 41 mila nuovi casi I segnali dei bambini. In cella 1.342 adulti

Ogni anno, in Italia, 41mila nuovi casi. Un ragazzo su 6 ne è, o ne è stato, vittima. Bambini molestati dalle stesse persone in cui ripongono una fiducia totale, assoluta. Come Carla (il nome è di fantasia), che si è vista rubare l’infanzia dal «mostro» più subdolo e inaspettato: il nonno. «Stavo per mangiare un ovetto di cioccolato, ma non avevo voglia di cioccolato, volevo la sorpresa! A quel punto mi ha detto che, se volevo che lo mangiasse al posto mio, dovevo fare delle cose con lui…». Oppure Marco, entrato in seminario appena dodicenne, la cui vita è stata segnata dalle «attenzioni» di un giovane diacono: «Mi baciò intensamente… “Quello che abbiamo fatto, non lo devi fare con nessuno”, mi disse».

Continua a leggere


Lascia un commento

Pedofilia: pedofilo australiano trovato morto in carcere

Il Giustiziere degli Angeli

 

Cambogia: pedofilo australiano trovato morto in carcere

 

Phnom Penh, 3 mag. (Adnkronos/Dpa) – Bart “Lucky” Lauwaert, un ex insegnante australiano condannato a 20 anni in Cambogia per abusi su bambine, e’ stato trovato morto nella cella del carcere. In una recente intervista telefonica dal carcere di Siem Reap dopo aver perso l’appello il mese scorso, il detenuto aveva minacciato di suicidarsi; un funzionario della prigione ha indicato che Lauwaert non era tenuto sotto controllo per aver manifestato intenzioni suicide e che le cause della sua morte restano da accertare. Il 41 enne Lauwaert era stato arrestato nel 2002 insieme a un amico anche lui di nazionalita’ australiana, Clinton Rex Betterridge: i due erano stati accusati di moleste su diverse ragazzine sotto i 15 anni a Siem Reap, citta’ a circa 400 chilometri a nord della capitale. (Ses/Ct/Adnkronos)

 

03-MAG-08 09:12