Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia: condannato in appello Don Luciano Massaferro.

2 commenti

Don Massaferro

LEGGI TUTTO SUL CASO

Genova. Conferma piena della sentenza di primo grado. E’ la pronuncia emessa, dopo sei ore di camera di consiglio, dalla corte d’appello di Genova a carico di don Luciano Massaferro, il parroco di San Vincenzo e San Giovanni di Alassio che era stato condannato dal tribunale di Savona a 7 anni e 8 mesi di reclusione per abusi sessuali su una chierichetta di 12 anni.

Il sacerdote, comunemente noto come Don Lu, era stato arrestato dalla polizia il 29 dicembre 2009, dopo le segnalazioni arrivate dagli psicologi dell’ospedale Giannina Gaslini di Genova. Nel processo di primo grado, i pm savonesi Giovanni Battista Ferro e Alessandra Coccoli avevano ritenuto accoglibile il racconto della chierichetta. L’intera delicata vicenda aveva sollevato un polverone di polemiche, anche oggi evidente, con la divisione dell’opinione pubblica locale in colpevolisti ed innocentisti. A Genova sono arrivati in pullman alcuni sostenitori e parrocchiani del sacerdote proprio per seguire l’esito.

Il ricorso al secondo grado di giudizio era stato richiesto dagli avvocati difensori del prete, Mauro Ronco e Alessandro Chirivì, che avevano depositato un documento di 174 pagine nel quale veniva ricostruita nel dettaglio la vicenda giudiziaria del religioso, adducendo motivazioni di “non attendibilità” della piccola destinataria delle molestie.

La sentenza di primo grado era stata emessa lo scorso 17 febbraio: non solo la condanna a sette anni e otto mesi di reclusione ma anche l’interdizione perpetua dall’esercizio dei pubblici servizi e dei servizi a fini educativi, mentre per la vittima era stato disposto un risarcimento di 180 mila euro (oltre a 10 mila euro per la madre della piccola). All’epoca il sacerdote era stato rinchiuso dapprima nel carcere di Valle Armea a Sanremo, per poi ottenere prima il trasferimento nel convento di suore di clausura a Diano Castello e fare infine ritorno nella “sua” Alassio, nell’alloggio dietro alla canonica della parrocchia di San Vincenzo Ferreri.

Erano almeno tre gli episodi di molestie che gli venivano attribuiti, in particolare nel corso dei “tour” per le benedizioni delle case, alle quali aveva partecipano anche la sua piccola accusatrice, rappresentata in giudizio dall’avvocato di parte civile Mauro Vannucci. Oggi l’udienza è filata dritta a sentenza, pur alla fine di una lunga riunione camerale, in quanto la corte, presieduta da Giorgio Odero, non ha ritenuto necessari supplementi di istruttoria. A caratterizzare la lunga giornata in aula è stata l’assenza, imprevista, del procuratore generale titolare dell’accusa, che stamane, a causa di un’indisposizione, ha fatto perorare le tesi al collega sostituto.

LINK ARTICOLO

Annunci

2 thoughts on “Pedofilia: condannato in appello Don Luciano Massaferro.

  1. E speriamo che si possa dire:”Giustizia è fatta!”

  2. Mamma Dolce… non sei più venuta a trovarmi!
    I tuoi figli? I pappagalli?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...