Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

L’ABUSO: SABATO 14 MAGGIO 2011 SAVONA

4 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Ricevo da “ufficiostampa@crimesandthevatican.eu” e riporto:

SABATO 14 MAGGIO 2011 AUDITORIUM DI VILLA CAMBIASO

VIA Torino 20-22 R SAVONA

L’ABUSO

Vi ricordiamo l’incontro che si terrà sabato 14 a Savona.

Un incontro fortemente voluto dalle vittime savonesi e dalle associazioni nazionali, che vogliono dare il loro contributo attraverso l’informazione, per fare in modo che questi orrori non accadano più.

Oggi più che mai è importante fare informazione e prevenzione, molte le famiglie costrette a lasciare spesso, esempio per problemi di lavoro, i loro figli nelle mani di estranei.

Tutelarli è un dovere !!!

Tratteremo diversi casi italiani compreso quello savonese, che non riguarda solo il clero. Li metteremo a confronto con i protagonisti per capire meglio come funziona LA GIOSTRA DELLA PEDOFILIA, cosa è successo non solo a Savona e quali sono troppo spesso i modi che i pedofili utilizzano per avvicinare la preda. Quali sono i passaggi che spesso sfuggono ai nostri occhi.

Dalle vittime, giovani e meno giovani capiremo quali siano le conseguenze, anche a trauma superato.

Vi aspettiamo numerosi e se volete aiutarci, divulgate ai vostri contatti questa mail, cerchiamo di ricordare i valori di civiltà che forse stanno venendo troppo a mancare, ultimamente non esiste più una cultura di tutela per i minori, coloro che saranno il nostro futuro, coloro ai quali per ora, tocca a noi dare un futuro.

Annunci

4 thoughts on “L’ABUSO: SABATO 14 MAGGIO 2011 SAVONA

  1. Speriamo che questa manifestazione aiuti a divulgare le “difese” ai bambini.

  2. Comunicato stampa L’ABUSO

    Si è concluso con mezzora di ritardo l’incontro de L’ABUSO, cominciato oggi alle 10 con una timida folla che nel pomeriggio ha deciso di staccarsi dagli schermi del PC e raggiungere l’auditorium di Villa Cambiaso, per condividere l’emozione che all’interno della sala era notevole. Non sono mancate neppure le lacrime, non solo tra le mamme del pubblico, ma anche tra noi che conducevamo la giornata, pesante per tutti, ma pienamente riuscita negli intenti.
    Un’occasione per i savonesi di capire cosa è successo nella nostra diocesi, dalle testimonianze dirette, sia delle vittime note che di quelle meno note, dagli audio che pochi avevano sentito. Abbiamo confrontato i casi italiani e non, soprattutto quelli all’interno del clero, dove emerge una percentuale di pedofili, che è nella norma di quelli laici, ma i reati nel caso del clero si moltiplicano 50 a 1 a causa dell’omertà e delle coperture che la chiesa offre ai preti pedofili. Il dato allarmante che emerge è anche la concentrazione di laici pedofili che c’è all’interno del clero, un ambiente favorevole in quanto la chiesa, per evitare lo scandalo li allontana, ma non denuncia. Tra gli ospiti, anche il caso di Giacomo e della sua bambina, che oggi ha dieci anni, identico al caso di Savona, l’unica differenza l’età della vittima e che li, il pedofilo è stato condannato.
    Durante l’incontro la notizia dell’arresto di don Riccardo Seppia, quasi un contributo all’incontro, quasi come per dire alla chiesa BASTA !!!! quanti bambini ancora ?
    Al termine dell’incontro ci siamo trattenuti nella sala, per una breve riunione tra le associazioni che hanno partecipato, decidendo che lunedì scriveremo al Cardinal Bagnasco, per comunicare che una nostra delegazione si recherà da lui chiedendo dialogo. Incontreremo Bagnasco il 28 ad Albissola.
    Un particolare ringraziamento da parte di Giacomo per la solidarietà e per l’aiuto concreto, offerto dai savonesi intervenuti all’incontro.
    Un ringraziamento particolare da parte delle vittime savonesi a tutti coloro che non hanno avuto paura e ci hanno dato una giornata piena di emozioni molto forti, ma condivise. Un ringraziamento a Giacomo e i suoi figli, Alberto Sala, presidente dell’Associazione “Piccolo Alan” ONLUS, al dott.Giorgio Gagliardi, medico psicoterapeuta – Direttore della sezione di Psicofisiologia de “Il Laboratorio” di Bologna,iovanni Ristuccia Presiodente Associazione SOS Antiplagio, ai vari candidati savonesi che hanno offerto la loro solidarietà.

  3. l’ARCI E’ UN’ASSOCIAZIONE BEN PIù SERIA, IL CIRCOLO ERA UN CIRCOLO ARCI GAY, ANCHE SE NON TUTTI SONO DEI BOUDOIR, CERTAMENTE OCCORRE PER PUNTUALITA’ DI CORNACA DISTINGUERE TRA L’A.R.C.I E I SUO CIRCOLI, LUOGHJI DI AGGREGAZIONE, CULTURA E alcuni CIRCOLI dell’ARCIGAY, e di saune ARCIGAY A MILANO CE NE SONO DUE O TRE, MA SONO A.R.C.IGAY E NON A.R.C.I., che non ha circoli-saune di scambio sessuale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...