Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilo recidivo? NO GRAZIE! diciamo basta!

2 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Eppure leggo tanto, tanti libri, tanti articoli…. tanto tanto tanto!

A mia memoria un “pedofilo guarito” non ve ne è!! Ma gli si danno miti condanne, non sono seguiti dopo lo sconto della (misera! sich!) pena e la popolazione è all’oscuro sui nomi e volti dei pedofili che ruotano attorno ai loro bambini. Ed allora, proprio perchè non guariscono e la galera gli ha fatto fare solo una gitarella fuori porta un pò più lunga di una settimana, ci ricascano. Vanno in giro in cerca di prede nuove, vanno a cercare nuove vittime delle loro schifose aberrazioni.


Ed eccolo un altro recidivo: si chiama Umberto Grottoli, originario di Taranto, arrestato oggi a Modena e messo subito ai domiciliari (non sia mai che la galera lo intristisca troppo!)

ADESCAVA  11ENNI SU FB: PEDOFILO PRESO A MODENA.

MODENA – Si presentava davanti scuola o li contattava su Facebook: così un 46enne di Soliera (Modena) tentava di adescare ragazzini di una prima media di Modena. Ma i genitori hanno segnalato il fatto alla giustizia e un padre si è pure improvvisato detective fotografando le mosse dell’uomo, che ha un precedente passato in giudicato per molestie a ragazzini. Nei giorni scorsi, nell’ ambito di una inchiesta della Procura distrettuale di Bologna (competente per i reati di pedofilia) coordinata dal Pm Laura Sola, gli agenti della Polizia Postale di Modena hanno perquisito la casa dell’uomo trovando nel computer 400 file di immagini a contenuto pedo-pornografico. Per l’uomo, Umberto Grottoli, così sono scattate le manette per detenzione di materiale pedo-pornografico. Le indagini proseguono ma da quello che risulta questa volta la pronta reazione dei genitori, che fecero la prima segnalazione nel marzo 2010 visto che l’uomo si aggirava attorno alla scuola, ha evitato che Grottolli ripetesse quello che aveva commesso a fine anni ’90. Allora venne condannato a tre anni e quattro mesi di reclusione con l’accusa di aver molestato sessualmente almeno nove ragazzini di età compresa fra i 9 e gli 11 anni. Secondo quanto appurarono le indagini di vigili urbani e carabinieri, Grottoli, originario di Taranto, li aveva adescati al parco XXII Aprile di Modena e poi li aveva invitati a salire nella sua abitazione dove aveva l’abitudine di proiettare anche film pornografici. Le accuse allora erano di violenza sessuale, corruzione di minori e atti sessuali con minorenni. Il nuovo arresto in flagranza è stato convalidato dal Gip di Modena, su richiesta del Pm Luca Tampieri. Il Gip ha poi disposto la trasmissione degli atti a Bologna per competenza distrettuale. Grottoli è agli arresti domiciliari con il divieto di utilizzo del computer e di comunicare con l’esterno.

LINK LEGGO.IT

Annunci

2 thoughts on “Pedofilo recidivo? NO GRAZIE! diciamo basta!

  1. Carissimi signori, chi scrive sono io Il sig .Grottoli Umberto, allora tengo a Precisare che di questa squallida storia sono stato ASSOLTO perchè nn mi presentavo davanti a nessuna scuola, bensi’ mi recavo nei pressi del san Carlo x aspettare una mia amica(ex di un mio amico) che frequentava l’istituto d’arte Venturi, e nn potendo entrare in centro perche’ zona traffico limitato l’aspettavo li,la mia amica all’epoca dei fatti aveva 21 anni,Non ho mai adescato nessuno a me dei ragazzini mene fotto altamente,tant’e’ vero che nessuno ha riferito di aver mai avuto delle AVANCES da parte mia,io a causa di queste cazzate che avete pubblicato non posso piu’ lavorare perchè chi unque legge le vostre cazzate ,Tengo a precisare che in Italia esistono 3 GRADI DI GIUDIZIO,mentre voi mi avete condannato 1 settimana dopo il mio arresto,si e vero io ho 1 precedente simile,ma anche li in parte vittima di chi ha voluto fortemente far carriera sulla mia pelle, chi ha a che fare con la legge dovrebbe sapere che tutto si puo’ manipolare,ancor di piu’ se si tratta di misera gente come me,debole nei confronti della giustizia.Poi vorrei sapere perche verso di me tanto clamore, visto che nn ho mai abusato sessualmente di nessuno,NON ESISTE NESSUN REFERTO MEDICO CHE LO ATTESTI,NON HO MAIIIIIIIIIII RISARCITO DANNI A NESSUNO;NESSUNO SI E MAI COSTITUITO PARTE CIVILE: Mentre nei fatti recenti a Mirandola,e stato preso una persona di 58 anni friulano a compiere atti ben piu’ gravi delle mie accuse, anch’essi con precedenti specifici,(notizie riportate sulla GAZZETTA DI MODENA del 29/30/AGOSTO2013) e qui nn vi e’ stato scritto 1 rigo? cosa devo pensare che io sono anche vittima di razzismo visto che sono MERIDIONALE! quindi io chiedo e chi si e divertito a scrivere queste cazzate sul mio conto a cancellare quanto prima perchè io ho il diritto di lavorare e il dovere di pagare i debiti accumulatosi nel corso del tempo,la prossima volta (sperando che non cene siano almeno x me) una persone è colpevole all’80% solo dopo la sentenza della suprema corte di cassazione, augurandovi un Cancro inoperabile ed 1 morte lenta e dolorosa ringrazio!

  2. Non nasconde la soddisfazione per la sentenza di assoluzione, perchè il fatto non costituisce reato, Umberto Grottoli, 46 anni, di Soliera, accusato lo scorso marzo di pedopornografia. L’uomo, come lui stesso racconta, era stato accusato da alcuni genitori di una scuola di fermarsi a lungo nei pressi dell’edificio scolastico senza motivo. Quando la denuncia è arrivata alla polizia postale immediate sono scattate le indagini, anche perchè il 46enne aveva alle spalle già due condanne per aver mostrato filmini hard a ragazzini. Per l’uomo erano scattate le manette e poi gli arresti domiciliari. Ma questa volta, come ha dimostrato l’avvocato, Grottoli aveva motivo di trovarsi vicino alla scuola, doveva ritirare un bambino per conto di un’amica. E ancora, le immagini che la polpost trovò nel suo computer non erano mai state aperte: una perizia ha dimostrato che erano arrivate via mail e poi cancellate chiuse, anche perchè di difficile gestione. Da qui l’assoluzione, e per il solierese la fine di sette mesi di incubo, che gli sono costati anche il lavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...