Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia: un maestro abusa di un bambino di nove anni e le maestre che vedono tacciono!

5 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Il pedofilo poteva essere fermato! Il bambino poteva essere salvato!

Sono queste due cose che mi risuonano nella testa da quando ho letto questa notizia! Il maestro di una scuola elementare di Cremona (di cui non si conoscono le generalità ma confido nella gente del posto!) abusa di un bambino. Un bambino di soli nove anni che in quella scuola ci andava per imparare a leggere, a scrivere, a fare di conto e ad essere una persona che fà parte di questa società! Questo piccolo si è trovato di fronte ad un essere della peggior specie: ad uno definito semplicemente “pedofilo” ma a cui darei tanti, tantissimi, appellativi di disprezzo! Lo ha violentato nella scuola, per due volte ma questo bambino poteva essere salvato e non una ma due volte! La prima volta una insegnante, che cercava il bambino, ha visto che l’essere ignobile lo stava violentando nel reparto doccia: ha chiuso la porta facendo finta di niente ed ha atteso che l’ignobile finisse il suo atto!! La seconda volta è stata un’altra insegnante ha visto la stessa scena nei bagni della scuola… ha allontanato l’ignobile, ha preso il bambino e, consolandolo, gli ha detto di non dire nulla a nessuno di quanto era accaduto! Un bambino di nove anni tradito contemporaneamente da tre adulti di cui si fidava… perchè i genitori lo hanno mandato a scuola… per imparare! Sono sconvolta, sono triste, sono arrabbiata, sono furiosa!

Nessuna pietà per l’ignobile che ha fatto questo e nessuna pietà per le due maestre complici dell’orrore!

CREMONA, MAESTRO STUPRA BAMBINO DI 9 ANNI A SCUOLA.

CREMONA – Violentato due volte, a scuola, dal maestro elementare, che è anche un amministratore comunale. E’ successo nel cremonese, e la brutta storia è raccontata oggi dal quotidiano La Provincia di Cremona: vittima, un bambino di 9 anni, di genitori stranieri, abusato per due volte. Una volta il 25 marzo, nella doccia della piscina, una seconda volta l’8 aprile, nei bagni della scuola elementare.

I genitori, sabato scorso, hanno presentato una denuncia ai carabinieri. Secondo quanto viene riportato nell’esposto, alla scena avrebbero assistito due diverse insegnanti. La prima volta, una delle due, alla ricerca dell’alunno, si sarebbe recata nel reparto doccia dell’impianto sportivo, avrebbe visto la scena e avrebbe subito richiuso la porta davanti a sè facendo finta di nulla ed attendendo il bambino all’esterno. La seconda volta, un’altra insegnante avrebbe sorpreso il maestro nei bagni della scuola con il bambino e in quel caso avrebbe allontanato il collega per poi prendersi cura dell’alunno e confortarlo pregandolo di non dire nulla per evitare problemi. Il bambino, sotto choc, non aveva riferito nulla ai genitori.

Sabato però si è confidato con la mamma. È così scattata la denuncia ai carabinieri dopo il referto di conferma della violenza subita rilasciato da un ospedale cremonese e avallato dalle indagini eseguite alla clinica Mangiagalli di Milano. «Negli ultimi tempi vedevamo il piccolo agitato e che andava a scuola malvolentieri, cosa mai successa prima – raccontano mamma e papà -. Sabato mattina abbiamo capito che cosa era successo. Il bambino si è messo subito a piangere disperatamente e all’inizio non voleva parlare, tremava, aveva paura. Perchè il maestro aveva minacciato di ucciderlo se avesse parlato e poi perchè si vergognava. Poi si è lasciato andare e tra i singhiozzi ha raccontato i due episodi. Eravamo increduli, allibiti. Subito lo abbiamo portato al pronto soccorso dell’ospedale più vicino. Dopo un primo esame sono stati gli stessi sanitari ad indirizzarci alla clinica di Milano, mettendoci a disposizione un’ambulanza».

LINK ARTICOLO

Annunci

5 thoughts on “Pedofilia: un maestro abusa di un bambino di nove anni e le maestre che vedono tacciono!

  1. Quello che scrivi è più che allucinante.
    Il pedofilo, in questo caso, sarebbe da rinchiudere in un manicomio criminale sperando esista una cura valida.
    Le due maestre? Quelle sono veramente da eliminare. Non possono far parte di una società appena appena “potabile”. Come si fa a comportarsi in quel modo? Cosa insegneranno ai futuri cittadini? A far finta di niente di fronte ai delinquenti?

  2. questi sono esseri come tanti altri che arrivano da noi e che non servono a nulla. Eliminarli é solo un atto sano e di giustizia. Se continuiamo a pensare all’etica siamo destinati a soccombere a loro che etica, senso della vita non hanno.

  3. Ho sentito di questo schifo al telegiornale, mi auguro che le maestre coinvolte vengano processate come complici, perché il loro intervento avrebbe salvato il bambino e invece hanno taciuto e assecondato quel mostro maledetto! Basta Basta Basta!!!!!!!!!!! Ho una bambina piccola e il pensiero che il prossimo anno andrà all’asilo mi angoscia, lo so che non sono tutti mostri ma continuano ad uscire nuovi casi e le persone + insospettabili quelle che dovrebbero prendersi cura dei nostri figli spesso sono gli aguzzini e la tragedia e che li consegnamo noi tra i loro artigli!

  4. nnon ci deve essere pietà contro questi mostri: una volta catturati, vanno rinchiusi nelle celle comuni e non lasciati in isolamento e protetti dagli altri detenuti.

  5. Un detenuto nella cella con altri diventa un “soggetto” da curare se non viene eliminato definitivamente (e questo accadrebbe difficilmente).
    Credo sarebbe giusto e possibile ripristinare “i lavori forzati” inutili, come scavare una fossa e riempirla e riprendere poi a scavare.
    Allora c’è sofferenza e si ha la possibilità, giorno dopo giorno, di pensare al male fatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...