Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –


1 Commento

Abusa per anni della figlia della convivente: arrestato!

Il Giustiziere degli Angeli

Sono tante le storie che coinvolgono i bambini, anche piccolissimi. Bambini maltrattati, abusati, uccisi… eppure, oltre alla nuda cronaca, sembra che il dolore e l’indignazione durino un attimo come una folata di vento! Se chiudo gli occhi vedo ormai solo angeli che ci osservano, che ci giudicano e che non ci perdonano.


“….i medici verificavano che non si trattava di una banale appendicite ma della lacerazione del tessuto nel retto, generalmente provocato da penetrazioni o comunque introduzioni di corpi estranei spinti con forza all’interno dell’intestino…” Questo bambino ha TRE anni.

“….dapprima l’ha accoltellata un paio di volte, poi l’ha presa in braccio e si è lanciata nel vuoto, dal quarto piano! La piccola è morta per l’impatto al suolo.” Aveva solo OTTO anni.

Continua a leggere


4 commenti

Urla, schiaffi, parolacce: i bambini dell’asilo nido di Casarile stanno meglio a casa!

Il Giustiziere degli Angeli

Su una parete di casa ho attaccato ieri una piantina dell’Italia. Devo trovare ora dove acquistare le puntine a forma di bandierina: nere per i casi di pedofilia e rosse per i casi di maltrattamenti… tutti avvenuti nelle scuole. La mappa dell’orrore in danno dei bambini abusati e maltrattati dalle persone a cui i genitori li affidano. Ultimi in ordine di tempo sono stati i gravi maltrattamenti all’asilo di Pistoia ed all’asilo di Pinerolo, forse quelli più gravi, ma non sono mancati nel frattempo anche casi minori di cui la cronaca ci ha fatto sapere poco. Ma a quanto sembra nessuna scoperta e arresto conseguente ha spaventato quelle persone che aprono gli asili per un mero guadagno senza minimamente amare e rispettare i piccoli: continuano gli abusi e le violenze! E noi? noi che abbiamo il compito di vigilare sulla sicurezza dei nostri bambini cosa facciamo? noi cittadini ci indignamo, finanche ci incazziamo se la cosa ci accade troppo vicino, urliamo il dolore dei nostri piccoli se sono stati in questi “lagher” ma… Ma tutto rimane inascoltato da chi siede sulle poltrone del potere da dove dovrebbero uscire iniziative e soluzioni per fermare tutto questo ed i bambini continuano ad essere bambolotti su cui persone inadatte sfogano i loro isterismi e le loro perversioni. Buongiorno Italia. Un giorno sarà troppo tardi per correre ai ripari! Non avrai una popolazione che penserà alla tua “unità” ma solo al perchè hai lasciato che i suoi figli fossero così poco importanti continuando a dire “è un fulmine a ciel sereno!”. Forse spererà che “un fulmine ti colga”!!!


Maltrattamenti in un asilo di Binasco, due maestre arrestate, una tenta suicidio. In manette la titolare e una collaboratrice, che ha tentato di uccidersi ma non è in pericolo di vita, di una struttura privata del comune in provincia di Milano. “I bambini erano continuamente minacciati” . Continua a leggere


4 commenti

Pedofilia/Don Rugero Conti: nomi e cognomi su mancanze e responsabilità!

Il Giustiziere degli Angeli

Ricevo dalla “La Caramella Buona” una lettera aperta del Presidente Roberto Mirabile sul caso Don Ruggero Conti e ve la riporto integralmente!

PEDOFILIA/(DON) RUGGERO CONTI CONDANNATO: ROBERTO MIRABILE

” ECCO NOMI E COGNOMI SU MANCANZE E RESPONSABILITA'”

Con una lettera aperta Roberto Mirabile Presidente de La Caramella Buona Onlus rende note gravi responsabilità sul caso.

Il processo penale a carico di don Ruggero Conti – chiamarlo ancora “don” mi viene naturale, quasi una forma di rispetto per l’abito immeritatamente indossato dal signor Conti – ha rappresentato un enorme impegno da parte dell’Associazione La Caramella Buona Onlus. Per circa due anni siamo stati costantemente presenti, anche per oltre nove ore consecutive, in quell’aula del Tribunale di Roma dove il 3 marzo scorso i Giudici hanno ridato dignità alle numerose vittime dell’ex parroco di Selva Candida. Continua a leggere


1 Commento

Don Ruggero Conti? condannato a 15 anni e 4 mesi per abusi sessuali su minori.

Il Giustiziere degli Angeli

Per ora mi pregio solamente di inserire la notizia e di complimentarmi con l’associazione “La Caramella Buona” per non aver mollato mai un attimo di fronte a nessun ostacolo.

Pedofilia, don Ruggero Conti condannato a 15 anni e 4 mesi. L’ex parroco della chiesa della Natività di Maria Santissima a Selva Candida è accusato di abusi su 7 bambini. I reati tra il ’98 e il 2008.


ROMA – È stato condannato a 15 anni e 4 mesi di reclusione Don Ruggero Conti accusato di aver abusato tra il 1998 e il maggio del 2008 di sette bambini affidati alle sue cure nell’oratorio e nei campi estivi. Lo ha deciso la VI sezione del Tribunale penale di Roma. Il sacerdote, ex parroco della chiesa della Natività di Maria Santissima a Selva Candida a Roma venne arrestato il 30 giugno del 2008, finì ai domiciliari e poi libero. I reati per i quali è stato condannato vanno dagli atti sessuali con minori alla violenza sessuale e alla induzione alla prostituzione minorile.

Don Ruggero Conti L’ACCUSA – Il pubblico ministero Francesco Scavo aveva chiesto, in una precedente udienza, la condanna dell’imputato a 18 anni di reclusione più il pagamento di una multa pari a 50mila euro per i reati di violenza sessuale, atti sessuali con minori, induzione alla prostituzione minorile, continuati e aggravati. Per il magistrato, il sacerdote deve rispondere di «condotte di una gravità inaudita, insidiose e insistenti». LA DIFESA – Nella sua arringa difensiva l’avvocato Patrizio Spinelli, uno dei legali del sacerdote, ha chiesto l’assoluzione del suo cliente affermando che «contro Don Ruggero non ci sono prove certe. È un uomo che nella sua vita ha fatto solo del bene, come da molti ribadito anche in questo processo». «Rileggete con assoluta serenità, al di là dei vostri convincimenti personali, gli atti a vostra disposizione – ha auspicato l’avvocato Spinelli rivolgendosi ai giudici -, e cercate di capire come sono nate e si sono sviluppate le varie denunce contro don Ruggero. Valutate se contro l’imputato ci sia una sola prova certa. E tenete conto di quelle persone che in aula vi hanno raccontato della fede che ha animato questo sacerdote che ha fatto solo del bene al prossimo. La sanzione peggiore per lui non sarebbe tanto la condanna penale quanto non poter più esercitare la funzione perché la Chiesa glielo impedirebbe». IL CASO – Don Ruggero fu arrestato il 30 giugno 2008 mentre stava organizzando con l’oratorio il viaggio per partecipare alla Giornata Mondiale della Giovenù di Sidney che si tenne dal 12 al 21 luglio di quell’anno. L’accusa è convinta che il sacerdote, per dieci anni, abbia ripetutamente abusato di giovani affidati alle sue cure nell’oratorio e nei campeggi estivi, approfittando delle situazioni di debolezza o difficoltà familiare in cui versavano le vittime. Dopo l’arresto, le indagini successive portarono alla luce altri casi di abusi che sarebbero avvenuti negli anni Ottanta quando don Conti non era stato ancora ordinato sacerdote e insegnava educazione sessuale a Legnano. Si tratta di episodi ormai prescritti anche se alcune vittime dell’epoca sono state comunque sentite in aula come testi dell’accusa. Il parroco, dal canto suo, ha sempre respinto le accuse, forte anche del sostegno di decine di fedeli che hanno sempre seguito le udienze per manifestargli in ogni momento solidarietà e stima.