Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia: Don Luciano Massaferro condannato! Sette anni e otto mesi

5 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Don Luciano Massaferro (Don Lù per gli “amici”) è stato condannato oggi a 7 anni e 8 mesi per abusi sessuali su una chierichetta minorenne… Leggo alcune esternazioni di suoi supporter su un giornale on-line e non commento:

“No, questa è una brutta notizia, abbiamo pregato tanto per lui”

“Come è andata? Lo hanno condannato? No, che brutta cosa. Avevo pregato tanto per lui. Io voglio bene ai preti”

“Don Luciano è una brava persona, non credo che abbia commesso quelle cose che ho letto sui giornali. Adesso sarà a pezzi, avrà l’anima in pena. Bisogna capirlo”.

Don Luciano Massaferro

Sette anni e otto mesi di reclusione, 190 mila euro di risarcimento alla vittima e alla madre, interdizione perpetua dai pubblici uffici e quindi interdizione perpetua a fini educativi. È la condanna inflitta questo pomeriggio dal tribunale di Savona, dopo circa due ore di camera di Consiglio, a don Luciano Massaferro, 46 anni, parroco di San Giovanni e San Vincenzo di Alassio, accusato di molestie sessuali nei confronti di una chierichetta di 12 anni.

Massaferro aveva cercato in queste settimane di ricostruirsi una sorta di normalità, riprendendo gli studi, celebrando messa e cercando di vivere nel modo più simile possibile a come accadeva prima dell’arresto avvenuto nel dicembre del 2009. Una ricerca della normalità che è passata anche attraverso il semi isolamento che si era imposto di concerto con gli avvocati.

Le tappe della vicenda giudiziaria. Don Luciano Massaferro, parroco della chiesa di San Vincenzo, è stato dieci mesi in carcere e quattro agli arresti domiciliari. Il caso è scoppiato in maniera dirompente il 29 dicembre 2009, quando gli agenti della squadra mobile lo arrestarono. Ad accusarlo le parole di una chierichetta di 12 anni, che aveva raccontato prima alla famiglia, poi agli inquirenti, di avere ricevuto “attenzioni” poco evangeliche da parte del sacerdote mentre lo assisteva durante il giro delle benedizioni delle abitazioni.

Un’accusa da cui Massaferro si è sempre proclamato estraneo, e che ha diviso l’opinione pubblica. La maggioranza dei parrocchiani e degli amici alassini ha sempre difeso don Massaferro, credendo senza riserve nella sua innocenza ed organizzando veglie, fiaccolate, manifestazioni ed uno spazio sulla rete telematica per sostenere la causa del sacerdote. Lo striscione con la scritta “Don Lù siamo con te” che ha aperto tutti i cortei campeggia ancora sulla facciata della chiesa, e il sito internet è sempre visitatissimo e zeppo di nuovi messaggi.

Link Articolo

Annunci

5 thoughts on “Pedofilia: Don Luciano Massaferro condannato! Sette anni e otto mesi

  1. Le cose sono due:
    1 queste persone sono in assoluta buona fede e credono ciecamente nel loro pastore. Al max peccano di ingenuità.

    2 Come si sul dire..cane non mangia cane, sono tutti della stessa razza.

  2. Di fronte a quello che leggo la perplessità è non indifferente.
    Non riesco a capire! 7 anni, se uno è innocente, sono tanti!

  3. Mi fa piacere, uno in meno per un pò!
    Magari lo tenessero a vita. La percentuale dei porci che dovrebbero marcire in galera rimane sempre troppo bassa!

  4. @MAMMA ANGIE
    Condivido la seconda parte del tuo pensiero.
    Non ho seguito assolutamente questo caso però, da quel poco che ho capito dovrebbe essere arrivato in carcere come conseguenza di una unica testimonianza, e cioè quella della vittima. Avrei anche letto che lui si sarebbe sempre proclamato innocente. E se così fosse? Se effettivamente le testimonianze fossero state “sbagliate”.
    Non faccio il tifo per nessuno. Rabbrividisco tutte le volte che sento di qualcuno “innocente” che si è passato ingiustamente qualche anno in carcere. Dev’essere una sofferenza terribile.
    Mi sovviene sempre il film di Alberto Sordi che, dalla Svezia dove era emigrato anni prima, riesce finalmente a portare la famiglia in Italia ed è felice di far conoscere l’Italia alla suoi cari. Gli succede che appena messo piede in Italia finisce “per errore” in galera. Non ricordo la fine del film.

  5. A mio avviso l’intromissione di parrocchiani nelle sentenze dei giudici, con aperte partigianerìe pro o contro qualcuno, è un sintomo di grave inciviltà, oltre che un abuso, che non deve mai essere paragonato ad una libera opinione, laddove ci sono dei fatti da sottoporre a giudizio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...