Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Luca Delfino assolto! È l’ennesima prova che in Italia bisogna farsi giustizia con le proprie mani…

5 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Luca Delfino assolto dall’accusa dell’omicidio di Luciana Biggi. Luca Delfino fà scacco “MATTO”!!

Non ho niente da dire, come tutti sono disgustata!! Luciana Biggi non ha ancora avuto giustizia.

LINK ARTICOLI ARCHIVIO


GENOVA, NON UCCISE LA EX: ASSOLTO DELFINO. I PARENTI: “SIAMO DISGUSTATI”

GENOVA – E’ arrivata l’assoluzione, per Luca Delfino, l’uomo accusato per l’omicidio della sua ex fidanzata, Luciana Biggi, trovata morta in un vicolo del centro di Genova dopo essere stata massacrata a coltellate la notte del 28 aprile 2006. Delfino, per il quale il pm Enrico Zucca aveva chiesto 25 anni, è stato assolto dalla Corte d’Assise di Genova, che ha pronunciato la sentenza (letta dal presidente Anna Ivaldi) dopo circa 5 ore di camera di consiglio. Delfino è stato assolto «per non aver commesso il fatto» in base all’articolo 530, secondo comma, che corrisponde alla vecchia insufficienza di prove. Alla lettura della sentenza l’imputato, completamente rasato, è rimasto impassibile. Prima di far ritorno in carcere, dove deve scontare una pena a 16 anni e 8 mesi di reclusione per la morte di un’altra sua ex, Antonella Multari, l’uomo si è limitato a ringraziare il suo avvocato, Riccardo Lamonaca.

GENITORI: BISOGNA FARSI GIUSTIZIA DA SOLI «È l’ennesima prova che in Italia bisogna farsi giustizia con le proprie mani». Lo dice Rosa Tripodi, la mamma di Antonella Multari, uccisa nell’agosto del 2007, commentando l’assoluzione del killer di sua figlia per l’omicidio di un’altra ex, Luciana Biggi. «È uno schifo unico, non ho parole», aggiunge la donna con la voce rotta dal pianto. «Io e mio marito, Rocco, siamo disgustati. Adesso quel mostro starà dentro qualche anno e poi, giocando a fare il bravo ragazzo, uscirà per buona condotta e sarà di nuovo libero, dopo aver spezzato la vita di mia figlia e quella di un’altra donna».

LEGALE: SENTENZA BUONISSIMA Soddisfazione è stata espressa dal difensore di Luca Delfino, l’avvocato Riccardo Lamonaca. «Ci speravo – ha detto – credo che la Corte abbia dovuto utilizzare molto coraggio per fare una sentenza di questo genere. Fare il processo in Corte d’Assise per me è stata una scelta difficile, molto sofferta». Il penalista genovese ha aggiunto: «È un grosso risultato quello cui abbiamo assistito, al di là della soddisfazione personale. Credo sia una sentenza importante; una sentenza che si poggia solo sulla mancanza di prove». L’avvocato Lamonaca si è detto soddisfatto anche di come è stato gestito il processo. «È stato – ha detto – un processo fra gentleman, sia da parte del pm Enrico Zucca, che ho sempre stimato, sia della difesa. È stato un processo in cui si è cercato di arrivare alla verità». «Credo – ha concluso il legale – che sia una buonissima sentenza e spero che un giorno possa diventare definitiva».

AMICA VITTIMA: MERITAVA LA CONDANNA «Non volevo vendetta, ma non ho mai avuto dubbi su di lui. Credo si meritasse una condanna». È il commento, dopo la sentenza di assoluzione di Luca Delfino, di Federica P., un’amica delle sorelle Luciana e Bruna Biggi, che aveva anche deposto al processo come testimone. «Speravo proprio in una condanna» ha aggiunto non nascondendo la commozione. Un’altra amica delle gemelle ha detto: «Non credo più nella giustizia».

LINK LEGGO

Annunci

5 thoughts on “Luca Delfino assolto! È l’ennesima prova che in Italia bisogna farsi giustizia con le proprie mani…

  1. Mi duole ripeterlo è l’ennesima conferma che i giudici sono interessati e vanno pesanti unicamente nella direzione, battone, bunga bunga etc etc di Berlusconi, lì sprecano tempo e denaro pubblico! per gli omicidi, gli abusi e tutto lo schifo di questo paese hanno molta tolleranza e comprensione, spero che ci sia una manifestazione nutrita e contrita come quella dello scorso fine settimana per la dignità delle donne, ma ho il presentimento che delle due donne uccise da Delfino non freghi nulla a nessuno, purtroppo non ci sarebbero telecamere e giornalisti famelici pronti a buttarsi sul pezzo…

  2. invece di fare delle manifestazioni del cavolo senza senso, le donne dovrebbero scendere in piazza contro la sentenza su luca delfino!!!
    Spero che qualcuno la organizzi.
    saluti

  3. Che tristezza… Quello che mi fa indignare sono le stupide che preferiscono scendere in piazza a dare pietosi spettacoli facendo caciara contro Berlusconi anziche’ muovere un solo dito in solidarieta’ alle famiglie colpite da disgrazie come questa.
    Sia mai pero’ che vengano toccate le loro figlie, perche’ poi si scagliano contro l’opinione pubblica e la gente che se ne frega.
    Mi spiace dire parole come queste, ma a volte sarebbe necessario farsi giustizia da soli. Se si aspetta quella dei tribunali, si muore di dolore, nell’attesa di un qualcosa che, come in questo caso, non arrivera’ mai.

  4. «Delfino, un’indagine senza prove»
    «Il killer forse è lui ma andava dimostrato. La polizia? Si è fermata troppo presto»
    Genova – L’ ipotesi che Luca Delfino sia l’assassino di Luciana Biggi è «la più plausibile», ma questo non basta a condannarlo. Non basta il «quadro probatorio indiziario», raccolto nel corso di un’indagine zoppa, su cui ha pesato un inquinamento delle prove «in parte evitabile» e una perquisizione della polizia eufemisticamente «autolimitata». Non è sufficiente il solo «movente» e non lo è nemmeno «l’analogia con il delitto di Maria Antonia Multari». Tutto questo non elimina «ogni ragionevole dubbio». Ecco perché Luca Delfino, difeso nel corso del processo dall’avvocato Riccardo Lamonaca, “probabilmente” ha commesso anche quell’omicidio ma non può essere condannato.

    È questo il senso delle motivazioni con cui la corte di Assise presieduta da Anna Ivaldi ha assolto Luca Delfino, accusato dell’uccisione dell’ex fidanzata Luciana Biggi, scagionandolo in base al secondo comma dell’articolo 530 del codice di procedura penale, una rivisitazione della vecchia insufficienza di prove. Questo più di tutto è mancato per condannare Delfino: le prove. Luciana Biggi viene accoltellata a morte la notte fra il 26 e il 27 aprile del 2006 in vico San Bernardo, nel centro storico. Il corpo viene trovato alle 2.35. Circa mezz’ora prima è uscita dal locale con il suo fidanzato di allora. Hanno litigato, ma su ciò che succede dopo, decretano i giudici, «non si sa cosa sia successo».

    È «plausibile», scrivono i giudici utilizzando un’espressione ricorrente, che la lite sia degenerata in «un’aggressione per gelosia». Ma la ricerca delle tracce «non ha fatto emergere alcun elemento oggettivo utile a ricollegare inequivocabilmente Delfino alla scena del delitto». L’uomo compare nelle telecamere, a pochi metri dal luogo dell’omicidio, poi più nulla. E nonostante «l’imputato non sia credibile», per inchiodarlo «non si può far ricorso a “ipotesi” che a loro volta contengono delle lacune nella ricostruzione dei fatti».
    http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2011/05/17/AOucFeU-delfino_senza_indagine.shtml

  5. io,vorrei sapere come mai al contrario DI SALVATORE PAROLISI, CHE E” stato condannato… pER IL CASO DI Luciana Biggi……il mostro Luca Delfino e’ stato assolto….premetto che conosco i due casi molto molto bene e si assomigliano tantissimo e ad entrambi i casi MANCA LA PROVA CHIAVE DELL’ATTO OMICIDIARIO,tanto che anche per Parolisi immediatamente dopo l’OMICIDIO e’ stata fatta una LAVATRICE che si e’ portata NEL CASO DEL MOSTRO LUCA DELFINO,le prove schiaccianti del suo atto vile e mostruoso…….MA VORREI SOLO CHIEDERE PERCHE’ IO HO VISTO LA SUA FACCIA E I SUOI OCCHI QUANDO PARLAVA DEL MOSTRO SERIALE……….NELLA SUA PROFONDA COSCENZA ,E COME UOMO E PADRE DI FIGLI,COME PUO’ AVER POTUTO BATTERSI PER L’INDIFENDIBILE,COME HA FATTO A ENTRARE IN UN AULA E DIFENDERE UN DIAVOLO TALE,COME LEI HA POTUTO LAVORARE A TANTA INGIUSTIZIA,COME LEI PUO’ CONTINUARE A DARE DOLORE ALLE POVERE FAMIGLIE STRAZIATE E COME LEI SI PONE DI FRONTE ALLA ALTISSIMA POSSIBILITA’ CHE IL MOSTRO SERIALE LUCA DELFINO TORNERA’ PRESTO AD UCCIDERE ANCORA……ne sono certo NEI SUOI OCCHI C’E’ IL DIAVOLO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...