Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Unità cinofile alla ricerca degli assassini: ecco la squadra degli HBDD!

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli


Il migliore amico dell’uomo? Il cane! Sembra la solita frase fatta ma sappiamo che non sempre è così. Lo sappiamo dalla cronaca che a volte (quando i casi diventano di largo e pubblico dominio soprattutto grazie alla rete web) ci riferisce di orrendi comportamenti dell’uomo sui nostri amici a quattro zampe. Sappiamo e ci interessiamo ben poco, dandogli poco risalto, di quanto invece i cani vengono utilizzati per la sicurezza delle nostre vite. E questa loro prerogativa dipende da quanto l’uomo sappia amarli ed indirizzarli a capire quanta importanza riveste il reciproco amore. Per caso questo blog viene in contatto con delle persone che, con il loro amore e la loro professionalità, addestrano questi pelosi amici alla ricerca di qualcosa che possa risolvere casi di omicidio o scomparsa: gli umani sono Giacomo Micheli e Vincenzo Scavongeli; gli splendidi animali si chiamano Bo ed Emma! Leggete….

Lo spinone Bo risolve un giallo – Il cane di Rosignano trova l’arma del delitto Lorenzon – 15.ott.2010

ROSIGNANO. Se c’è stata una svolta per l’omicidio Lorenzon, l’uomo trovato morto il 24 settembre 2009 nell’auto in un canale d’irrigazione di Maccarese (vicino Roma), lo si deve ad un cane di Rosignano. Si chiama Bo, è un meticcio di Spinone di Hannover che con la compagna Emma fa parte della Human Blood Detection Dog, la squadra di investigatori a 4 zampe specializzati nel fiutare tracce di sangue e sostanze organiche. Una squadra che si allena al campo macerie di Rosignano con gli addestratori Giacomo Micheli e Vincenzo Scavongelli. Lo Spinone Bo, nei giorni scorsi, nel corso di una perlustrazione con le forze dell’ordine del luogo, ha trovato in un terreno di un coltivatore amico della vittima quella che secondo gli inquirenti sarebbe l’arma del delitto, un tubo idraulico: prova che ha consentito l’arresto per omicidio premeditato di tale Sandro Zorzi, 39 anni. Si tratta di un altro importante successo degli «investigatori a 4 zampe» rosignanesi che – coi loro istruttori – stanno ormai guadagnando la fama come vere e proprie star. Hanno già infatti partecipato ad importani operazioni: dalla ricerca della piccola Denise Pipitone al giallo di casa nostra dell’omicidio di Felicia Wentel alla Mazzanta. E oltre a pagine sui quotidiani sono stati dedicati loro anche spazi importanti sulle tv.


Questo caso dimostra senza ombra di dubbio quanto sia stato importante il lavoro di questi cani che, sin dai primi mesi di vita, vengono addestrati nel rintracciare quello che sia all’uomo che alle nuove tecnologie, sfugge. Già, perché al loro olfatto non si scappa! Inutile tentare di mascherare il sangue umano con varechina, profumo o sangue animale. Loro sono addestrati anche per questo. Le interferenze olfattive non li disturbano. Con una percentuale del 90% di successo, riuscirebbero a scovare un millilitro di sangue umano anche in dieci litri d’acqua. Collaborano fattivamente da alcuni anni con i R.i.s di Parma, con la sezione investigazioni scientifiche dei Carabinieri di Livorno e con l’Università di Pisa.

Troverete sul loro sito Human Blood Detection Dog Link HBDD) tutto quello che è possibile sapere sui casi a cui partecipano attivamente e un Forum di discussione (aperto solo da ieri) a cui possiamo collaborare ed a cui vi invito ad iscrivervi numerosi: io ci sono già!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...