Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Omicidio Federica Squarise: nel 2011 l’inizio del processo al suo carnefice.

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli

Era di non molto tempo addietro la notizia che sarebbe potuto accadere di veder liberato l’assassino di Federica Squarise. Dopo le pressioni della famiglia il Giudice spagnolo, Don Josè Sanchez Ruiz, ha deciso di tenere “El Gordo” ancora in carcere per 24 mesi in attesa anche che inizi finalmente il processo contro questo assassino reo-confesso. Intanto gli amici di Federica hanno creato una Onlus in ricordo e che si occupa attivamente anche di violenza alle donne. L’associazione serve anche a reperire i fondi necessari alla famiglia per farsi rappresentare legalmente in Spagna in quanto non è stato loro concesso il gratuito patrocinio. Di seguito l’articolo sull’intervento del Ministero italiano che sollecita un iter più breve per il processo (e la condanna) dove troverete anche i riferimenti per poter contribuire alla raccolta fondi della Onlus in ricordo di Federica Squarise.

Questo invece il SITO: http://www.perfedericaonlus.org/


Federica, si muove il ministero «Chiediamo il processo subito»

Nel secondo anniversario dalla morte si attivano le istituzioni. Casellati: attraverso l’ambasciata stiamo esortando l’accelerazione dell’iter a carico del reo confesso.

VENEZIA — Il ministero della Giustizia italiano ieri si è messo in moto per contattare il suo omologo spagnolo e appurare se ci siano margini utili a ottenere l’accelerazione dell’iter giudiziario relativo al delitto di Federica Squarise. A due anni dalla morte della 21enne di San Giorgio delle Pertiche (Padova), uccisa il 30 giugno 2008 a Lloret de Mar dall’uruguaiano Victor Diaz Silva Santiago, non è ancora iniziato il processo. Lo hanno denunciato i genitori di Federica, la cui richiesta di proroga della custodia cautelare a carico del reo confesso è stata accolta dal giudice Don Josè Sanchez Ruiz, che l’ha prolungata di altri 24 mesi, sottolineando il pericolo di fuga. E quindi il rischio che «El Gordo» (il soprannome dell’assassino) non si presenti in aula. «Abbiamo accolto il grido di dolore dei signori Squarise mettendoci subito all’opera attraverso la nostra ambasciata in Spagna—rivela il sottosegretario alla Giustizia, Elisabetta Casellati — dovremmo avere una risposta entro due giorni. Cerchiamo di capire come fare per arrivare il prima possibile al processo (fissato addirittura al marzo 2011, ndr), perchè anche per noi la morte di Federica è stato un evento molto doloroso, che merita un’attenzione particolare».

Nel frattempo il ricordo della giovane, che a Lloret de Mar era andata in vacanza con l’amica Federica Perin, è sempre vivo in paese, anche grazie all’opera dell’Associazione «Per Federica onlus», nata con l’obiettivo di raccogliere i fondi necessari a pagare le spese legali e ora impegnata pure nel contrasto alla violenza sulle donne. Tema sul quale verrà fatta opera di sensibilizzazione con un evento, musicale o teatrale, sempre in ricordo della vittima e in preparazione per settembre, dopo il concerto organizzato lo scorso anno. Quindici giorni fa invece, a Borghetto, frazione padovana, si è svolto un torneo di calcio sul campo della parrocchia, seguito dall’esibizione di band musicali e voluto per tenere viva la memoria di Federica e raccogliere altri soldi da consegnare alla famiglia. «Sì, c’è ancora tanta voglia di pensare a lei—spiega Alessandra Vanin, cugina della 21enne e presidente dell’associazione— lo vedo anche dai nostri iscritti, più di cinquanta, provenienti da diversi Comuni». La quota è di 20 euro, chi voglia versarla ed entrare così a far parte della onlus—che ha come simbolo il girasole, fiore preferito da Federica — può consultare il sito http://www.perfedericaonlus.org, oppure telefonare al numero 349/4188333, o utilizzare direttamente il conto postale 97263826 o quello bancario IT80Z084296281000000AC32591. «Pensavamo che in Spagna la giustizia funzionasse meglio — ammette Alessandra — i vertici del governo si erano sbilanciati con molte promesse, addirittura annunciando il gratuito patrocinio per la nostra famiglia, invece non hanno fatto nulla. E così ci siamo tirati su le maniche, organizzando una serie di iniziative per sostenere i genitori. Se ora il governo italiano ha deciso di aiutarci, ben venga». Sabato, alle 19 nella chiesa di San Giorgio delle Pertiche, sarà celebrata una messa in occasione del secondo anniversario della morte di Federica.

LINK ARTICOLO Originale

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...