Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia / Condannato a 26 anni di carcere: insegnava musica in una scuola!

3 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Ci sono notizie che seppure condannano un reato sessuale ai danni di bambini, ti danno piacere. Da noi condanne simili non se ne sentono mai ed i pedofili in poco tempo stanno di nuovo liberi a fare i loro comodi. In Australia forse hanno ascoltato anche le nostre preghiere visto che la condanna del pedofilo supera i 26 anni di carcere… e non ne deve fare meno di 22!

Australia/ Stuprava allieve,insegnante musica condannato a 26 anni – E’ successo nello Stato di Victoria

Roma, 18 giu. (Apcom) – Conosceva le sue vittime a scuola e, dopo averle scelte, cercava di ingraziarsi i genitori, di entrare a far parte della loro vita. Poi le violentava. Per aver stuprato 6 bambine in circa 12 anni, dal 1996 al 2008, un insegnante di musica è stato condannato a quasi 26 anni di carcere. E’ successo nello stato di Victoria, in Australia, come riporta il quotidiano ‘The Age’.

Colin Harold Doo, 51 anni, si è dichiarato colpevole di 39 reati a sfondo sessuale: oltre agli stupri, che filmava, è stato condannato per 12 casi di molestie e per pedopornografia. Una delle vittime, una bambina di 10 anni, è stata drogata e violentata tre volte, mentre era priva di coscienza. Doo, che insegnava musica in una scuola elementar, è stato condannato a 25 anni e 7 mesi e dovrà scontare almeno 22 anni in carcere, prima di poter chiedere di essere rilasciato per buona condotta.

Advertisements

3 thoughts on “Pedofilia / Condannato a 26 anni di carcere: insegnava musica in una scuola!

  1. Ogni tanto fa piacere sapere che una giustizia da qualche parte esiste.

  2. cara MAMMADOLCE, ho ricevuto la seguente email da far girare:

    SENZA PAROLE
    VIOLENZA SESSUALE “LIEVE” AI MINORI: ECCO I NOMI DEI SENATORI FIRMATARI

    Si commenta da se. Si erano inventati un emendamento proprio carino.

    Zitti zitti, nel disegno di legge sulle intercettazioni avevano infilato l’emendamento 1.707, quello che introduceva il termine di “Violenza sessuale di lieve entità” nei confronti di minori. Firmatari, alcuni senatori di Pdl e Lega che proponevano l’abolizione dell’obbligo di arresto in flagranza nei casi di violenza sessuale nei confronti di minori, se – appunto – di “minoreentità”. Senza peraltro specificare come si svolgesse, in pratica, una violenza sessuale “di lieve entità” nei confronti di un bambino. Dopo la denuncia del Partito Democratico, nel Centrodestra c’è stato il fuggi-fuggi, il “ma non lo sapevo”, il “non avevo capito”, il “non pensavo che fosse proprio così” uniti all’inevitabile berlusconiano “ci avete frainteso”.

    Poi, finalmente, un deputato del Pd ha scoperto i firmatari dell’emendamento 1707.

    Annotateli bene:

    – sen. Maurizio Gasparri (Pdl),

    – sen. Federico Bricolo (Lega Nord Padania),

    – sen. Gaetano Quagliariello (Pdl),

    – sen. Roberto Centaro (Pdl),

    – sen. Filippo Berselli (Pdl),

    – sen. Sandro Mazzatorta (Lega Nord Padania),

    – sen. Sergio Divina (Lega Nord Padania).

    Per la cronaca:

    – il sen. Bricolo era colui che proponeva il “carcere per chi rimuove un crocifisso da un edificio pubblico” (ma non per chi palpeggia o mette un dito dentro ad una bambina);

    – il sen. Berselli è colui che ha dichiarato “di essere stato iniziato al sesso da una prostituta” (e da qui si capisce molto…);

    – il sen. Mazzatorta ha cercato di introdurre nel nostro ordinamento vari “emendamenti per impedire i matrimoni misti”;

    – il sen Divina è divenuto celebre per aver pubblicamente detto che “i trentini sono come cani ringhiosi e che capiscono solo la logica del bastone” (citazione di una frase di Mussolini).

  3. Scusa ma che pretendi?? è normale che sia stato condannato a 26 anni, perchè ha continuato ad abusare per 12 anni. è ovvio che sommando stupro su stupro si arrivi a 26 anni; io penso che anche in Italia funzioni così, solo che si prendono in esempio si dei casi simili, ma magari con una sola persona e in un lasso di tempo breve Qui caspita sono 12 anni, ciò si chiama reiterazione di reato!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...