Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia e Chiesa – Una New-entry: Don Domenico Pezzini… avrebbe abusato di un 13enne.

12 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Non vi racconto la mia reazione alla lettura di questo articolo dove il “presunto-pedofilo” è una new-entry tra i casi di pedofilia e chiesa! IO CREDO IN DIO e tanto mi basta!


SACERDOTE IN CELLA A LODI – “HA ABUSATO DI UN 13ENNE”

Don Domenico Pezzini, sacerdote di 73 anni della Diocesi di Lodi, è stato arrestato con l’accusa di pedofilia. Il sacerdote, arrestato ieri (ma la notizia si è appresa solo oggi) dagli agenti della Squadra Mobile di Milano, è accusato di aver avuto rapporti sessuali con un ragazzino che all’epoca degli abusi aveva 13 anni (ora la presunta vittima ne ha 16). Nel corso di una perquisizione in casa sua, gli agenti avrebbero anche trovato materiale pedopornografico.

Integrazione degli omosessuali Don Domenico Pezzini è un prete molto conosciuto nella comunità omosessuale. Sin dagli anni ’80 anima gruppi di omosessuali credenti che approfondiscono le tematiche relative all’omosessualità e ai suoi rapporti con il cristianesimo. Questi gruppi, diffusi in diverse città d’Italia, sono trasversali a tutte le chiese italiane e dal 2004 hanno anche un coordinamento nazionale. Partecipano a manifestazioni come il World Pride e il Milano Pride per organizzare momenti ecumenici con i partecipanti. Don Pezzini, già docente di linguistica inglese all’Università di Verona, è stato uno dei fondatori del primo gruppo detto Gruppo del Guado nato nel 1980 da un’esperienza di un campo organizzato in collaborazione con un centro valdese. Ha fondato nel 1986 un gruppo ‘La Fonte’ che si riunisce periodicamente a Milano alla ricerca di un’integrazione tra condizione omosessuale e fede cristiana. Non aveva alcun incarico dalla Diocesi di Milano ma, pur dipendendo dalla Diocesi di Lodi, risiedeva nel capoluogo lombardo. Don Domenico Pezzini, fra l’altro, è autore del libro Alle porte di Sion, che raccoglie diverse esperienza autobiografiche di uomini e donne omosessuali, accomunicati da una sincera fede in Cristo. Testimonianze desiderose di poter conciliare la fede nel Vangelo con l’insegnamento della Chiesa, nella quale cercano di trovare uno spazio di ascolto e di condivisione. Così finisce uno dei tanti suoi scritti sulla omosessualità non accettata dalla Chiesa cattolica: “Vivere da omosessuali è un diritto, certo, ma è anche e soprattutto un impegno”.

LINK ARTICOLO originale

Annunci

12 thoughts on “Pedofilia e Chiesa – Una New-entry: Don Domenico Pezzini… avrebbe abusato di un 13enne.

  1. Premetto che non sono razzista, i gusti sessuali delle persone non mi turbano, il sesso va fatto tra persone consenzienti e di età adeguata, la cosa che mi irrita è veramente il Gay Pride e le varie manifestazioni, che a mio parere danno un’immagine grottesca dell’omosessualità. Molta di questa gente che sfila (s)vestita in modo agghiacciante e sempre con chiari riferimenti sessuali in ogni singolo movimento onestamente mi urta. E non sono una bacchettona, anzi! Quindi tutto il darsi da fare di questo presunto maiale ha un solo fine!

    • don domenico non ha mai aderito al gay pride e non ne ha mai condiviso lo spirito. cio` che gli ha creato inimicizie all’interno della cosiddetta comunita` gay. tutta la sua azione e` sempre stata svolta ad aiutare le persone omosessuali a vivere relazioni sane e stabili anche di amicizia spirituale nella propria vita. prima di dare del ‘maiale’ ad una persona bisogna riflettere. magari pensando che gesu` e` stato trucidato, lui pure, perche` lo si riteneva un bestemmiatore e un sobillatore e un impuro.
      conosco d domenico personalmente da diversi anni. posso testimoniare perche` ho visto.

      grazie per una maggiore moderazione e misericordia. e magari per una preghiera in suo aiuto.

      • Per Patti – Se si rivolge a quanto Mamma Angie ha scritto la invito a rileggere il tutto! “Presunto maiale” non significa che lo sia e questo scrivere è già dimostrazione di come non ci si permette di dare nulla per certo. Lei dice che “ha visto!”… Cosa avrebbe visto? Allora lei ha delle certezze su Domenico? Sono state fatte delle indagini, sono stati avuti dei riscontri che hanno portato alla carcerazione del sacerdote, c’è un ragazzino che racconta di aver subito per TRE ANNI abusi… Le dico che ricordo spesso la fine di Gesù e me ne ricordo nelle MIE preghiere. Personalmente posso dirle che ricorderò nelle mie prossime preghiere questo ragazzo giovane affinchè possa superare ogni difficoltà passata, presente e futura. Eventualmente pregherò per l’anima del sacerdote cercando di pensare che sia pulita e che non si sia macchiata di questo orrendo crimine. Anche lei però faccia uno sforzo di misericordia e preghi anche per il ragazzino. Grazie

      • Cara Patty, a prescindere che in tempi di democrazia ognuno di noi può serenamente manifestare il proprio pensiero, non ho mai detto che sicuramente è colpevole, ho usato presunto proprio perché non ho le certezze per definirlo tale. Ciò che mi turba comunque è come un ragazzino possa mettere in piazza certe cose solo per dispetto… il senso di vergogna e solitudine che probabilmente in caso di abusi si prova (ringrazio Dio di non aver avuto tale esperienza, perché io credo fermamente in DIO) non aiuta a denunciare certi fatti, quindi sebbene sembri poco democratico l’ago della mia bilancia personale al momento pende per la vittima.

    • cara mamma Angie, prima di sputare fango dando del maiale, si informi su quello che don Pezzini ha fatto e farà per gay cattolici, e non solo, ormai è di moda attaccare chiunque, non si potrà mai dimenticare il bene che ha fatto ( parlo per esperienza indiretta avendo conosciuto chi lo frequenta e chi lo apprezza ). Grazie

      • caro Pierpaolo, ho scritto presunto… comunque mi creda prego che sia innocente perché comincia a diventare preoccupante il numero di persone che si macchia di questo crimine. Io non seguo la moda ho avuto un’assistente gay con il quale tuttoggi ho un ottimo rapporto e per il quale ho combattuto molto nella società per cui lavoro, ma questa è un’altra storia! Mi piace credere di essere una donna che cerca di fare la cosa giusta, cerco nel limite della mia situazione di essere umano di non giudicare a priori, a volte però forse mi faccio trascinare dallo schifo che vedo in giro, comunque nel suo caso avrei omesso “per conoscenza indiretta”.

  2. Si vedrà se il presunto maiale è solo presunto o lo è veramente . Aggiungo comunque che molte persone losche sono assai abili nel costruirsi una falsa facciata di bontà e onestà : sono i predatori più pericolosi ! Per molto tempo i preti pedofili hanno fatto quello che hanno voluto , spalleggiati da superiori che non volevano scandali ed erano consci , forse , che con la mano pesante contro i preti pedofili avrebbero aumentato a dismisura la crisi delle “vocazioni” . Sapete quando il vento ha cominciato a girare ? Quando hanno cominciato a dover PAGARE DEI SOLDI !!! Due miliardi di dollari da pagare in America per le cause civili perse , diocesi americane in bancarotta ….. ecco cosa ha fatto cambiare il vento , non certo l’amore per i bambini !!!

  3. Salve a tutti,
    ho conosciuto Domenico tanti anni fà nella mia diocesi, che è molto più a sud di lodi, persona squisita, spero che non abbia commesso ciò che gli si imputa, ma è certo che non viveva una vita serena all’ interno della chiesa e dai suoi confratelli non è che fosse particolarmente amato ergo non vorrei che il ragazzo fosse stato forzato a dir ciò che ha detto visto che a quanto si evince vive all’ interno di una comunità religiosa in diocesi, se poi domenico ha sbagliato ha l’ intelligenza e la sensibilità per capirlo, ma se è innocente spero venga data relativa pubblicità anche alla sua innocenza.
    nicola

  4. conosco don Pezzini, e sono rimasto scioccato dalla notizia.
    capisco lo sgomento ogni qual volta si parla di minorenni abusati, don Pezzini è un uomo molto colto e propenso ad aiutare quelli che hanno voglia di studiare e non hanno le possibilità, i giornali sono abili a tirar fuori gli articoli, ne ho letto molti, la maggior parte di essi non hanno collegamento diretto con i fatti, ma hanno scopiazzato uno dall’altro con inventiva giornalistica. il fatto stesso che fonti vicine alla procura parlano di riviste gay, e materiale pseudo-pornografico e non PEDOpornografico.
    e poi c’è da stare attenti alle speculazioni, c’è sempre chi approfitta di queste situazioni per guadagnarci, non avendo nulla da perdere.
    Io mi schiero dalla parte del ragazzo se la notizia è vera e, dalla parte di don Domenico se non è vero, in questo ultimo caso i giornalisti dovrebbero chiedere scusa e risarcire il danno causato, cosa che non fanno mai quando le notizie sono infondate, perchè prima di mettere qualcuno alla forca, e noi cattolici siamo maestri, bisognerebbe essere più pazienti di aspettare e non condizionare la verità.

    • Per Cicco – Ha ragione quando parla di scopiazzatura da parte di “giornalisti” ed anche io ho letto che si tratta di materiale PORNOGRAFICO e non PEDO. E trovo che sia molto giusto il suo discorso “equidistante” in tale situazione. Per quanto riguarda invece il “danno” direi che le notizie escono da dove entrano gli indagati o gli incarcerati… i giornalisti riportano le notizie che gli vengono “soffiate”, forse a volte un pò troppo leggermente, forse non verificandole fino in fondo ma non sono loro che hanno comperato la corda per l’impiccagione eventuale. Ci aspettiamo la verità su Don Pezzini anche noi e speriamo sempre si tratti di un abuso in meno su minori: glielo assicuro.

  5. tutti progressisti sti preti filogay!!!

  6. AGGIORNAMENTO: NUOVA DENUNCIA DI ABUSI A CARICO DI DON PEZZINI. In procura a Milano è arrivata una nuova denuncia per abusi sessuali a carico di Don Domenico Pezzini, sacerdote della diocesi di Lodi che nel maggio scorso è stato arrestato per violenza sessuale aggravata nei confronti di un ragazzino del Bangladesh. Davanti agli inquirenti milanesi, nelle scorse settimane, si è presentato un uomo straniero che ha raccontato di aver subito abusi sessuali un quindicina di anni fa quando era minorenne. I fatti dunque risultano prescritti e non si potrà procedere penalmente, ma l’accusa potrebbe usarli, a quanto si è appreso, come elemento ulteriore per confermare il quadro probatorio nel processo con rito abbreviato nei confronti del prete fissato per il 15 dicembre prossimo. A quanto si è appreso, l’uomo si sarebbe presentato in procura dopo aver visto sui giornali la notizia dell’arresto di Don Pezzini. Il prete, stando all’inchiesta coordinata dal pm Cristiana Roveda, tra il 2006 e il 2009 avrebbe abusato di un ragazzino del Bangladesh anche quando aveva meno di 14 anni. Nei mesi scorsi il tribunale del riesame di Milano, nel confermare per lui il carcere, aveva parlato dei «molteplici contatti con giovani uomini extracomunitari attestati anche dalle intercettazioni telefoniche» avuti da Don Pezzini, che per avvicinare a sè il ragazzino gli avrebbe offerto la sua «possibilità di aiuto» con «astuzia».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...