Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia e chiesa: don Cantini un uomo misterioso? NO è solo un abusatore di bambini!

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli

Sempre per rinfrescare la memoria vi rimando ai LINK DI ARCHIVIO

Le vittime di don Cantini a Maniago  – “Ha ostacolato l’emergere della verità”

Il vescovo ausiliario sabato in un’intervista a Toscanaoggi aveva detto di non essersi accorto di nulla di non aver insabbiato.

Don Cantini

Botta e risposta tra Claudio Maniago e le vittime di Don Cantini. Il vescovo ausiliario ha rotto un silenzio di tre anni, rispondendo alle domande di Andrea Fagioli, direttore del settimanale della diocesi Toscanaoggi, in una lunga intervista che segue la partecipazione alla trasmissione “Annozzero” di una vittima dell’ex prete della Regina della pace riconosciuto colpevole di abusi sessuali su minori e dominio delle coscienze, e di cui Maniago era il pupillo.

Riguardo al clima dispotico imposto da Cantini alla Regina della pace, secondo l´ausiliare “era certo esigente”, ma “c’era chi si sentiva molto coinvolto, chi meno e chi se ne andava preferendo altre esperienze”. Davvero non si è mai accorto di nulla? No “fino a quando non ho avuto la prima confidenza, nel 2004”, assicura l´ausiliare, sottolineando di essere stato all´epoca dei fatti “molto giovane”. Spiega quindi di aver ringraziato Cantini il giorno della sua ordinazione a vescovo perché “non ero a conoscenza di niente di scabroso”, ma che “ora non lo rifarei”. Quanto alle vittime, che lo accusano di non aver dato seguito alle loro denunce, Maniago parla di alcuni colloqui in “segreto confessionale”, dice di aver “in altri invitato ad aver fiducia nell´operato del cardinale Antonelli (l´allora arcivescovo, ndr) e a guardare oltre”, e ricorda che trattandosi di “fatti avvenuti 20 anni prima e cessati nel 1987”.

Ma perché ha continuato a vedere Cantini anche dopo aver saputo? L´ausiliare dice di averlo fatto “poche volte, mentre erano cominciati gli accertamenti”, a Mucciano, in Mugello, “nella canonica di una chiesa non più parrocchia e quindi senza più attività pastorali”, per “verificare come si era sistemato”, come “è compito tipico del vicario generale”. Cosa pensa adesso dell´ex prete? “Mi appare una persona misteriosa” afferma Maniago.

Francesco, Carolina, Mariangela, Andrea e le altre vittime di Cantini replicano all’intervista rilasciata dal Vescovo chiedendo: “Maniago non ha ancora risposto alla nostra domanda di fondo: perché non ci ha aiutato?”. A lui per primo, loro coetaneo alla parrocchia Regina della pace, le vittime si erano rivolte, nel 2004, per raccontargli degli abusi subiti da piccoli. “Le nostre accuse, suffragate da testimonianze, date, fatti e circostanze inconfutabili, tutte agli atti dell’istruttoria voluta dalla Santa Sede che ha portato alla riduzione di Cantini allo stato laicale, sono di non aver fatto quello che doveva fare quando ha saputo e anzi di aver ostacolato l’emergere della verità. Questo e non altro, e per noi è anche troppo”.

LINK ARTICOLO originale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...