Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Don Luciano Massaferro: domani inizia il processo.

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli

Domani, lunedì 24 maggio, avrà inizio il processo contro Don Luciano Massaferro accusato di abusi sessuali su una bambina di 11 anni. Sarà solo la prima udienza, a cui tra l’altro il don non dovrà presenziare, dove si stabiliranno le date delle prossime fasi processuali e dove si citeranno le ammissioni a testimoniare. E c’è da scommettere che ci saranno le testimonianze di quelli che “io lo conosco bene!” e non mi stupirei se fuori dal Tribunale si avranno cortei di sostegno al “don” con candele e gadget e raccolte firme…

Don Luciano: via al processo, ma lui non sarà presente. Domani mattina alle nove e mezza udienza filtro in Tribunale a Savona.


Don Luciano Massaferro, il parroco alassino di 45 anni in carcere dal 29 dicembre scorso con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di una ragazzina di soli dodici anni, domani mattina non sarà presente in Tribunale dove si aprirà il processo nei suoi confronti. «Si tratta di una udienza filtro che durerà al massimo una decina di minuti – sostiene l’avvocato di fiducia della diocesi di Albenga Alessandro Chirivì, che insieme al collega torinese Mauro Ronco difende il sacerdote – e per la quale la presenza di don Luciano non è assolutamente necessaria. Ci limiteremo a verificare la regolarità delle citazioni e a fissare il calendario delle udienze successive».

L’appuntamento, attesissimo, è comunque fissato per domani mattina alle nove e mezza al secondo piano del palazzo di giustizia di Savona. Dove di fronte ai giudici del collegio del Tribunale (presidente Giovanni Zerilli, giudici a latere Marco Rossi e Laura De Dominicis) si svolgerà l’udienza filtro nei confronti del parroco di San Vincenzo Ferreri e San Giovanni Battista di Alassio. Una udienza che senza dubbio sarà interlocutoria, perchè i giudici del collegio del Tribunale, prima di emettere la propria sentenza, dovranno ascoltare le deposizioni di circa un’ottantina di persone, testimoni citati sia dalla pubblica accusa che dalla difesa. E alla quale, come annunciato dai suoi difensori, don Luciano Massaferro (che continua a essere rinchiuso in una cella del carcere di Valle Armea a Sanremo) non sarà presente.

Una udienza filtro che sarà però importantissima per stabilire la strada che i difensori del sacerdote alassino intenderanno seguire nei prossimi giorni. «Se il calendario delle udienze sarà ravvicinato – spiega l’avvocato penalista torinese Mauro Ronco – nel senso che cominceranno nel giro di una ventina di giorni potremmo non presentare una nuova istanza per la concessione degli arresti domiciliari a don Luciano. Se invece le udienze saranno fissate a partire da settembre, dopo la pausa estiva, chiederemo che a don Luciano vengano concessi gli arresti domiciliari. Per il momento, però, è impossibile fare delle previsioni, vedremo come andranno le cose domani».

Don Luciano Massaferro, è bene ricordarlo, era stato arrestato il 29 dicembre dello scorso anno con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di una ragazzina di dodici anni, sua parrocchiana. Inutili le quattro istanze di scarcerazione o concessione degli arresti domiciliari presentate in questi cinque mesi dai suoi difensori, tutte rigettate dai giudici.

LINK ARTICOLO originale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...