Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Estelle Mouzin: un’altra vittima di Fourniret? Bambini scomparsi ed indagini fantasma!

3 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Ci sono tanti bambini che scompaiono nel mondo e tantissimi non vengono più ritrovati. A volte si scopre che, dietro la scomparsa, c’è un singolo individuo che ne abusa e ne decreta la morte. A volte si è scoperto che dal momento del rapimento sono stati segregati per decenni per essere usati come giocattoli da adulti deviati. Spesso questi bambini vengono rapiti e venduti per il fiorente mercato milionario della pedopornografia fino a quando, ormai non più utilizzabili, vengono gettati via come spazzatura.

Proprio in questi giorni si è riaperto il caso di Ottavia De Luise, bambina scomparsa a Montemurro di Potenza il 12 maggio 1975, grazie all’interessamento di Gildo Claps, fratello di Elisa ritrovata dopo 17anni uccisa e sepolta nella chiesa della SS Trinità di Potenza. Nel caso di Ottavia ha fatto ribollire il sangue a molti la relazione delle indagini sulla sua scomparsa (indagini fatte su un metro quadro mi vien da dire): la bambina (12anni al momento della scomparsa) si concedeva con favori sessuali ad anziani del luogo per piccole some di denaro. E le indagini, nonostante le segnalazioni, non andarono avanti come se quella relazione basata sui chiacchiericci del paese che bollava una bambina come “prostituta” fosse una sentenza del “chissenefrega che fine ha fatto”. Ma, una mano conosciuta, ha scritto due anni fa una lettera alla famiglia di Ottavia: è stata violentata, uccisa e sepolta in “quella cascina” da quell’uomo! Ora sono stati ritrovati, proprio lì, dei resti in un pozzo e bisognerà accertare se sono quelli della piccola Ottavia.

E questo grazie al contributo dato dalla famiglia di Elisa Claps e di “Chi l’ha Visto?” (LINK CASO ELISA).

Dietro queste scomparse ci sono genitori, fratelli, zii e nonni che non si danno pace, che convivono con un dolore che nemmeno lontanamente noi possiamo sfiorare. Rimanere nell’oblio del non sapere credo sia la cosa più orribile possa capitare ad un familiare di uno scomparso: che sia vivo o morto l’importante è averne certezza! A volte accade quello che io definisco un miracolo! A volte si incontrano persone capaci ed umanamente vicine che si prendono carico di far riaprire le indagini alla ricerca della verità ed è in ciò che è stato trascurato che forse si trova il filo che conduce alla soluzione.

Questo stà accadendo in Francia dove il 9 gennaio del 2003, a ritorno da scuola a Guermantes, scomparve una bambina di 9 anni: Estelle Mouzin (LINK CASO ESTELLE). Una donna, un’analista criminologa, Corinne Herrmann viene così definita dalla stampa francese: datele qualsiasi procedura che “vegeta” nell’ufficio di un giudice istruttore sopraffatto dal lavoro e lei troverà un particolare, qualcosa di trascurato che potrebbe portare alla soluzione del caso. Solo lei può rintracciarlo, lei “un segugio giudiziario”!

Proprio questa donna sembra abbia trovato un dettaglio importantissimo per la soluzione del giallo della scomparsa di Estelle! Tra le cose sequestrate a casa del mostro di Marcinelle, Michel Fourniret (LINK ARTICOLO), pare ci sia un accessorio appartenuto alla bambina. Dopo sette anni c’è una pista da seguire. Conosciamo tutti l’orrenda pagina scritta da Fourniret e sua moglie che rapivano bambine, le abusavano e le uccidevano. Ma pare anche che lavorassero su commissione di altri che li pagavano per procurargli bambine indicando l’età e altri dettagli preferiti.

Che dietro la scomparsa di minori ci sia il singolo e/o l’organizzazione non importa! E’ necessario indagare sin nei minimi dettagli per arrivare alla verità ed attivare soluzioni immediate affinchè questo non accada mai.

Ogni bambino scomparso, maltrattato, abusato o ucciso toglie a tutti noi una cellula di civiltà e di futuro.

Advertisements

3 thoughts on “Estelle Mouzin: un’altra vittima di Fourniret? Bambini scomparsi ed indagini fantasma!

  1. la giustizia cerca di fare giustizia senza fare errori giudiziari, senza prove non si puo’ incriminare chi e’ veramente colpevole. e chi e’ veramente colpevole si diverte alla faccia della giustizia, continuando a seppellire e a terrorizzare prima di un massacro, le sue vittime., le quali , nel caso di persone pericolose, sono veramente molte. Non mi chiedo come facciano a rapire i bambini per fargli violenza, perche’ questi criminali non provano sentimenti umani, loro vedono solo carne umana e non vite umane. Solo non capisco come si possano trovare ancora prove sei anni dopo. Certo il lavoro da svolgere e’ molto, anzi troppo. mi chiedo, si arrivera’ mai ad una vera conclusione? questi criminali saranno mai fermati? Io credo di no e mentre un caso si risolve, un altro comincia, per cui sarebbe meglio tenere gli occhi aperti da parte dei genitori anche se non e’ bene per i bambini crescere con lo sguardo supervigile dei genitori su di loro. e poi ci vorrebbe una grande collaborazione da parte di tutti quanti noi. Con questo non dico che si facciano poche indagini. Anzi. Se non ci fossero le forze dell’ordine staremmo veramente male, Chissa’ quanto duro lavoro svolgono mentre noi stiamo al sicuro nelle nostre case. I criminali non si fermano mai e loro rischiano ogni giorno la pelle. io li ringrazio per tutto quello che fanno per tutti noi e spero che si possa avere almeno la speranza di trovare alcuni dei bambini scomparsi. Vorrei che la legge fosse piu’ severa con queste persone che invece sembra facciano avanti e indietro dalle prigioni e tra un caso e l’altro facciano altre vittime. E se la ridono. e chissa’ se non si leggono tutti i nostri commenti.

  2. avete ricevuto i mio commento?

    • Si Antonietta, ricevuto e letto attentamente!
      Sembra banale dirtelo ma hai ragione ed anche io ringrazio tutti quelli che, a rischio della propria vita e della propria salute mentale, cercano prove per riportare a casa i tanti bambini scomparsi. Estelle è una di queste! Noi, tanti, facciamo informazione, divulghiamo giornalmente queste storie per tenere alta l’attenzione di tutti su questa strage che vorrebbe passare in silenzio. Troverai in questo blog a dx un banner “Persone-Scomparse”. Puoi segnarti alla mailing list e rigirare il tutto anche ai tuoi contatti. Per quanto possiamo… divulghiamo, divulghiamo, divulghiamo. La nostra attenzione sui figli, nostri ed altrui, sarà comunque un bene ed un giorno lo capiranno anche loro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...