Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Video choc: badante picchia l’anziana signora malata…

15 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Ho sentito questa notizia questa mattina al TG ed ho visto il video di quanto questa “badante orrenda” faceva passare alla signora anziana di cui avrebbe dovuto aver cura. Sicuramente ho tante parole da rivolgere a questa…. ma non voglio scopriate il lato più scurrile di me! Guardate il video e giudicate voi quale pena è abbastanza per una simile bestia. Un abbraccio pieno di amore và invece all’anziana signora vittima di quest’essere vergognoso non appartenente al genere umano!

Anziana torturata dalla badante

Una storia degna di un film dell’orrore, una storia che non avremmo mai voluto raccontare. Come si fa ad infierire sul corpo di una donna di ottanta anni malata di Alzheimer?

Non ci sono giustificazioni per una badante di 53 anni assunta dai figli dell’anziana proprio per offrire alla loro adorata mamma tutti i servizi di cui aveva bisogno. Loro, sempre indaffarati con il lavoro, non riuscivano a gestire la madre e la sua malattia. La scelta era caduta su una signora del posto che da quando era diventata vedova lavorava occupandosi delle persone anziane. Quella donna, poco più che cinquantatreenne dall’aria rassicurante, aveva tutte le carte in regola, almeno così pensavano i figli, per poter svolgere quel lavoro. A lei e alla loro mamma era stato riservato il primo piano di quella villetta. Nulla lasciava presagire quello che sarebbe avvenuto da lì a poco tempo. Ad insospettire uno dei figli, i continui lamenti che sovente udiva di notte. A volte sembravano delle urla soffocate, altre dei mugolii che si alternavano al pianto. E quelle ecchimosi che aveva spesso sulle braccia e sulle gambe. Chi le aveva procurato quei lividi? E poi c’era un’altra cosa che lo aveva profondamante sconvolto. Non appena qualcuno tentava di avvicinarsi alla madre, questa si copriva il volto con le mani, come se avesse avuto paura di essere picchiata. Quei dubbi andavano dissipati. Così l’uomo, all’insaputa della badante, aveva installato delle telecamere in tutte le stanze del piano terra. Lui, attraverso un monitor, poteva raccogliere i fotogrammi dell’intera giornata. Quando si è seduto davanti allo schermo ha creduto di morire. La badante pungeva le gambe della madre con un forchettone da cucina. Poco importava se l’anziana piangeva e si lamentava per il dolore. Per non farla urlare le metteva un panno in bocca, poi la legava al letto con delle calze di naylon. In un’altra sequenza ha visto distintamente la «governante» che metteva un cuscino in faccia all’anziana madre e le sferrava dei pugni sulla testa. Facendo uno sforzo sovrumano per non farsi giustizia sommaria, l’uomo si è recato presso la caserma dei carabinieri di Veroli, comandata dal maresciallo Giovanni Franzese, portando con sè quella documentazione «scottante». Quando il maresciallo Gianluca Lombardi, che ha raccolto la denuncia, si è recato nella casa per arrestarla con l’accusa di maltrattamenti continuati e lesioni aggravate e continuate, la cinquantatreenne è caduta dalle nuvole. Ha negato fino a quando non ha visto quei fotogrammi degni di un film dell’orrore. Soltanto a quel punto si è chiusa nel più assoluto mutismo. In fondo cosa avrebbe potuto dire? Che era pazza, sì questo poteva dirlo. E forse sarebbe anche stata creduta. Sì perchè soltanto chi veramente ha problemi mentali può mettere in atto comportmanti così aberranti. L’inchiesta va avanti. Non si esclude che nel corso delle indagini possanno spuntare altri anziani maltratatti dalla «cara badante».

LINK ARTICOLO originale

Annunci

15 thoughts on “Video choc: badante picchia l’anziana signora malata…

  1. Sono sconcertata solo al pensiero che anche mia madre possa subire questo tipo di tortura, premetto che mia mamma ha l’alzheimer da più di 6 anni e purtoppo lei è una povera indiffesa in quanto non può parlare e sopratutto non è in grado di raccontare quello che succede nelle ore in cui è sola con la badante, si va con la buona fede…..ma arrivati a questo punto sono senza parole…….

  2. Anch’io quando ho visto il video sul TG volevo morire, e’ squallido tutto questo!!! e’ uno schifo assoluto, mi da fastidio guardare questo video ma meno male che esiste la possibilita’ di installare le telecamere piuttosto che sapere i nostri cari o altre persone anziane tra le mani di un essere cosi’ squallido non paragonabile nemmeno ad un animale!!
    Ma il problema e’ anche di quelle povere persone che cadono tra le mani di questi orribili esseri senza avere nessuno che possa difenderli e prendersi cura di loro!!!
    BISOGNA FARE ASSOLUTAMENTE QUALCOSA!!!

  3. Ah dimenticavo…un abbraccio speciale con tanto affetto alla signora che merito solo tanto amore…!!!

  4. Passo qui per caso e leggo, sicuramente io non sarei andato dai carabinieri ma direttamente dalla badante, almeno mi avrebbe raccontato cosa si prova a sentire dei chiodi roventi conficcati negli occhi.

    • Mi hai tolto le parole di bocca. Stavo scrivendo una cosa simile ed ho visto la Tua risposta. E’ l’unica cosa che si dovrebbe fare a queste persone……. No, non posso chiamarla persona QUELLA COSA LI’!!! BESTIA?? No. Non è giusto nei confronti delle povere bestie. PAZZA??? E perchè dovrei offendere i pazzi!!! DEMONIO. Forse è l’unico termine che mi viene in mente. E sapere che non è certo un caso singolo “quel demonio”, mi fa passare la voglia di stare in questo mondo.

  5. io vorrei tanto trovare un assistenza ,sono specializzata e amo i miei pazienti, non riesco piu’ a trovare un lavoro come assistente alzeimer , per la mia età dicono e perchè ho un problema alla schiena ,amavo e amo il mio lavoro di assistenza ,secondo me non trovo piu’ perchè ho denunciato un caso di maltrattamento nella rsa dove lavoravo!
    per fortuna le telecamere fanno un buon lavoro le dobbiamo usare sempre di piu’ perchè la cattiveria umana purtroppo è sempre presente con i deboli..

  6. E’ una vergogna..non ho parole..e come se si picchiasse un bambino..come si fa poi a darle gli arresti domiciliari? Mah..in quest’Italia..tutto e’ permesso..ormai badanti, braccianti, per carita tanto di cappello per chi lavora e rispetta le leggi italiane,,,ma l’altra percentuale che no la rispetta la fanno da padroni..tra un po’ saremo noi stranieri, in terra propria!

    • mi dispiace dovertelo far notare ma la badante è italianissima! e più precisamente di veroli (fr)… non tutti gli stranieri sono cattivi e non tutti gli italiani sono buoni….basta con qst luoghi comuni!!

      • x laura – Infatti non c’entra nulla se la badante è italiana o no. Anche nel caso di oggi (27.7) la badante era una italianissima vicina come quella di Veroli. Nel caso di Torino invece la badante era una romena 60enne. Forse potremmo dire che NOI, che pensiamo che questi comportamenti verso le persone più deboli sono da condannare, siamo stranieri di fronte ad una realtà piena di pazzi/e scriteriati/e violenti/e e VILI.

  7. Pingback: Badanti che picchiano anziane? una realtà sconvolgente della nostra società piena di esseri orribili! « -Il Giustiziere degli Angeli-

  8. meriterebbe di essere frustata ogni giorno TUTTE le ore…per il minimo respiro sbagliato…maledetta!!

  9. …..Io gli darei la condanna a morte .CHE VERGOGNA…….SONO SENZA PAROLE……….

  10. Pingback: Il Video – Badante picchia anziana malata a Massa Carrara! « -Il Giustiziere degli Angeli-

  11. La badante messa in una sezione ( aperta) di un carcere maschile, fra detunuti definitivi. Turni di 5 con prenotazione a girare 24 ore al giorno !!! dopodichè trasferita sempre con medesime modalità al carcere femminile. Un mese per carcere fino allo sconto pena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...