Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Ragazza suicida a Viterbo: domani 26 aprile su Chi l’ha Visto.

2 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Evelyn Moreiro, 19 anni, si uccise a Viterbo lo scorso Novembre. La sua morte fu da subito archiviata con la dicitura fredda di SUICIDIO dovuta ad uno stato depressivo legato all’abbandono del fidanzato. Ma la verità sulle vere motivazioni del suo terribile gesto doveva venire alla luce dal suo diario che racconta l’onta della violenza sessuale. Infatti le sue mani hanno scritto che, ad appena 16 anni, ha subito due stupri da un (identificato) ragazzo di Rignano Flaminio e questo diario è nelle mani di un/una amico/a che ne ha inviate alcune pagine alla famiglia. Le indagini, affidate per competenza di territorio al Tribunale di Tivoli, sono state riaperte e speriamo che il responsabile del suicidio di Evelyn venga affidato alla giustizia quanto prima. La pagina di Facebook di Evelyn Moreiro è ancora lì, ferma ormai da tempo, ed ha tanti nomi che lei considerava amici! 360 amici che forse sanno molto di più del silenzio che ha avvolto la sua morte. Lei scriveva “carpe diem!!!”, cogli l’attimo, ma il dolore degli stupri proprio in un attimo le aveva calpestato la dignità e l’anima. Coraggio ragazzi, amici di Evelyn, rendetele questa dignità raccontando ciò che sapete, avete saputo o pensato di questa ragazza, una di voi e come voi, che nella solitudine di un dolore troppo grande ha lasciato vuoto un banco di scuola ed un posto nella vita.

Domani sera, rai tre alle 21:10 circa, la trasmissione Chi l’ha Visto si occuperà di Evelyn Moreiro ed ognuno di quanti l’hanno conosciuta potranno dare il proprio contributo alla verità.

19enne suicida – Forse qualcuno per paura non ha detto tutto quello che sapeva

Verranno ascoltati gli amici di Evelyn

Una voce indistinta, incomprensibile. Ha fatto in tempo a dire: “Ho i documenti di Evelyn”. Poi ha riagganciato.

E’ il secondo contatto anonimo ricevuto, in poco meno di una settimana, dai genitori di Evelyn Moreiro, la 19enne che, nel novembre 2009, si impiccò in una casa di accoglienza di Viterbo, dopo essere stata stuprata due volte dallo stesso ragazzo.

Prima le pagine di diario spedite, chissà da chi, in casa di Evelyn, a Montefiascone. Ora la telefonata, attribuita, dai giornali, a una persona di sesso maschile. Ma in realtà non ci sarebbe alcuna certezza che a parlare sia stato un uomo.

“Potrebbe essere un lui o una lei – spiega l’avvocato della famiglia Moreiro, Angelo Di Silvio -. Non lo sappiamo. La telefonata è stata brevissima. Appena il tempo di dire quelle poche parole. La signora Moreiro non è riuscita a capire bene”.

E’ stata la mamma di Evelyn a parlare con l’anonimo interlocutore. La chiamata è giunta direttamente sul cellulare della signora, alle 8 di sabato mattina. Chi era dall’altro capo del telefono, potrebbe essersi procurato il numero della signora Moreiro. Oppure si tratta di qualcuno che conosce bene la famiglia di Evelyn. E quel numero, ce l’aveva già.

“E’ capitato di scambiarci i numeri con alcuni amici di Evelyn – dice Daniel Moreiro, il padre della ragazza -. Li avevamo salvati in rubrica per ogni evenienza, per sapere chi contattare in caso di bisogno… per stare più tranquilli, insomma”.

Non è escluso, quindi, che a chiamare sia stato un conoscente di Evelyn. Un’amica. Qualcuno che potrebbe avere qualcosa da dire e, pian piano, sta uscendo allo scoperto.

“Secondo noi più di una persona potrebbe avere qualcosa da raccontarci – afferma l’avvocato Di Silvio -. Pensiamo a un gruppetto di persone con le quali Evelyn potrebbe essersi confidata e che, forse per paura, non ci hanno detto, in precedenza, tutto quello che sapevano. Nei prossimi giorni queste persone potrebbero essere ascoltate dalla polizia, e allora capiremo se ci sbagliavamo oppure no”.

Intanto domani, 26 marzo, andrà in onda il servizio girato da Chi l’ha visto. Un appello che la famiglia Moreiro ha voluto lanciare dalle telecamere di Rai3, per convincere chi sa a parlare. Forse, così, potrà emergere per intero quella verità così dolorosa che Evelyn non sentì di raccontare.

LINK ARTICOLO originale

Advertisements

2 thoughts on “Ragazza suicida a Viterbo: domani 26 aprile su Chi l’ha Visto.

  1. ………….mamma dolce………….hai riconosciuto, su chi l ha visto, l alessandro????!!!!!!,…..a pensare che non mi sento tanto in colpa come adesso, io, le sto facendo ancora piu male, sono cose, che ti privano delle dignità piu totale, e io…..il suo amico……sono io a farle questo. anche dopo che lei non cè piu….non esiste…..invece di lasciarla in pace, io…..sono andato ad affondare il dito nelle piaga, il pugno, il braccio……tutto la testa……,…mi odierà, lei non avrebbe mai voluto dare questi dolori hai suoi famigliari……e io..?…l ho dati all intero mondo……..sono un bastardo, credo sempre, di fare il meglio ,penso che quello che faccio è ciò che uno vuole…….mentre probabilmente sono un egoista………..non so dove sbattere la testa, probabilmente, la dovrei sbattere sulla sua lapide…e rimanerci………………..

  2. Caro Alessandro, hai fatto la cosa giusta. Ti ho già detto e ti ripeto che solo con la verità si può comprendere il dolore che ha portato Evelyn a decidere per la morte. La cosa ingiusta è stato considerare il suo gesto come una stupida fragilità e sono certa che Evelyn era una ragazza meravigliosa. Qualcuno ha spezzato la sua anima e quindi la verità và ricercata per dare a lei quella pace che ora merita. La sua famiglia ha vissuto di certo in questi mesi con un pensiero falso e con tanti sensi di colpa ed ora non può che ringraziare te per avergli dato il vero motivo del dolore della loro figlia. Sono soprattutto loro ad aver deciso di far venire alla luce questi fatti: avrebbero potuto tacere e mandare avanti le indagini in silenzio ma hanno bisogno di capire il motivo della perdita della loro figlia e di riabilitare al mondo intero quell’angelo che Evelyn era.
    Io ti ammiro Alessandro! sono pochi i giovani come te che non pensano solo al loro egoismo e questo rende anche me più serena.
    Coraggio Alessandro, ne hai da vendere! e stai certo che Evelyn ti stà sorridendo perchè tu, il suo migliore amico, ha avuto la forza che a lei è mancata.
    Da me tutta l’ammirazione e la comprensione di una mamma a te, un ragazzo d’oro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...