Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Asilo Cip & Ciop: rito abbreviato per la Scuderi.

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli

Chiesto il rito abbreviato per la titolare del Cip & Ciop

A Genova si attende entro aprile la data dell’udienza. Le parti offese, 46 bambini dai pochi mesi ai 5-6 anni, e i loro genitori possono già presentare al tribunale la richiesta di costituzione di parte civile.


Pistoia, 22 marzo 2010 – La drammatica vicenda dei maltrattamenti all’asilo nido privato Cip Ciop di via Galvani, a Sant’Agostino, si sta avviando verso la sua prima tappa giudiziaria a quasi quattro mesi dai clamorosi arresti, avvenuti la mattina del 2 dicembre, della titolare Anna Laura Scuderi e dell’inserviente Laura Pesce. Ieri i difensori della Scuderi, gli avvocati Alessandro Mencarelli e Stefano Panconesi del foro di Pistoia, come avevano già in qualche modo preannunciato nelle scorse settimane, hanno presentato alla procura di Genova la richiesta di processo abbreviato per i fatti contestati alla donna dopo l’indagine della Squadra Mobile e quindi i filmati registrati al Cip Ciop dal 20 novembre al 2 dicembre, che ne costituiscono la parte essenziale.

Per quanto riguarda la Scuderi almeno, non si arriverà alla data dell’11 maggio, fissata dal gip di Genova per il giudizio immediato chiesto dai magistrati genovesi, diventati competenti, lo ricordiamo, per la presenza, come parte offesa, del bimbo di un magistrato del distretto. Si resta quindi in attesa della fissazione della data in cui, davanti al giudice delle indagini preliminari, si terrà la discussione. Dello stesso orientamento sarebbe il difensore di Elena Pesce, l’avvocato Alberto Rocca del foro di Prato che tuttavia, almeno fino a ieri, non aveva depositato nessuna richiesta di rito alternativo.

Le parti offese, 46 bambini dai pochi mesi ai 5-6 anni, e quindi i loro genitori, rappresentati da una schiera di avvocati di parte civile, possono già presentare al tribunale di Genova la loro richiesta di costituzione di parte civile. Sarà il giudice a cui spetterà questo processo, vagliare ad una ad una le richieste che saranno state nel frattempo presso la cancelleria del giudice. Così come potranno presentarsi direttamente il giorno dell’udienza, attesa entro la fine di aprile. Al momento non è possibile sapere, delle 46 famiglie che hanno ricevuto il decreto, quanti si costituiranno effettivamente. Ma di sicuro non saranno pochi.

LINK ARTICOLO originale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...