Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Bambino di Trinitapoli: il Tribunale lo vorrebbe in una casa famiglia ma un Maresciallo lo vuole adottare.

7 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Anche la storia di questo bambino si intreccia, come quella di LIAM e di tanti altri, con le leggi dei tribunali minorili. Questo bambino non ha mai conosciuto l’amore di una famiglia vera: sua madre lo riempiva di botte ed ora è morta per mano del suo convivente; suo padre non lo ha mai riconosciuto; i suoi fratellini sono stati dati in affido ad altre famiglie! Solo un maresciallo dei Carabinieri si è preso cura di lui come un figlio, Giuseppe Francioso. Ora questo bambino è rimasto solo al mondo ed il Tribunale e le assistenti sociali lo rimettono in una casa famiglia. Ma questo maresciallo di San Ferdinando di Puglia, questo grande e bravo uomo, vuole tenerlo con se per sempre per dargli tutto l’amore di cui ha bisogno. Spero che la domanda di adozione venga accolta, ovvio dopo tutti i controlli e le valutazioni del caso, e che questo bambino viva finalmente felice.

Potete iscrivervi al gruppo di Facebook nato a sostegno di questo bambino seguendo QUESTO LINK



Bimbo di Trinitapoli, gruppo su Facebook – “Basta sofferenze, affidatelo al maresciallo”


Il piccolo ha trascorso la vigilia di Capodanno in casa del carabiniere contro la volontà del tribunale. “Lasciatemelo per un giorno, poi lo riporto in comunità”, ha detto all’assistente sociale.

Nel febbraio 2007, ad otto anni, fuggì da casa per le percosse che le infliggeva la madre, e trovò accoglienza prima dai carabinieri e poi in una casa-famiglia. Il 29 dicembre scorso quel bimbo, ora ragazzino di 11 anni, dormiva in casa della madre, dov’era stato portato per le festività natalizie, quando il convivente della donna la uccise con un colpo di pistola. Il ragazzino non si accorse di nulla, lo svegliarono i carabinieri che si presero ancora una volta cura di lui per qualche giorno.

Ora anche la rete del web si mobilita perchè il ragazzino vada a vivere da quel maresciallo che lo ha tenuto in casa come un figlio. Al ragazzino la vita ha già riservato sofferenze terribili. La sua vicenda ha spinto un gruppo di persone, che si definisce “quelli che vorrebbero che le istituzioni riconoscano a G. il diritto di vivere felice a San Ferdinando”, ad utilizzare Facebook per raccogliere adesioni e spingere le autorità competenti a regalare al ragazzino una famiglia “vera”.

Per il gruppo la famiglia “vera” è quella del maresciallo Giuseppe Francioso, comandante della Stazione carabinieri di San Ferdinando di Puglia (Barletta Andria Trani). Fu lui, quasi tre anni fa, ad ospitare in casa per diversi giorni quel ragazzino, che era fuggito dalla madre violenta ed era stato accompagnato in caserma da alcuni giovani che lo avevano trovato, impaurito, mentre vagava per strada. Ed è stato ancora lui, Francioso, ad ospitare il ragazzino a fine anno per sottrarlo alla scena della madre uccisa in un’altra stanza della casa. Il maresciallo, dopo il delitto, aveva chiesto al Tribunale per i minorenni di Bari l’affido temporaneo del ragazzino. Gli è stato detto di no.

Ma il sottufficiale ha già preso la sua decisione e sta preparando le carte per chiedere l’affidamento e la successiva adozione del ragazzino, che in quella casa a San Ferdinando di Puglia ha trovato il calore umano forse mai ricevuto. Il ragazzino da venerdì scorso è tornato nella comunità, in cui vive dal 2007 insieme a due fratelli. Ma una casa-famiglia non è ‘la famiglia’. Lo ha capito sulla propria pelle il ragazzino, lo ha capito quel maresciallo che potrà anche sembrare d’altri tempi. Stanno cominciando a capirlo quelle persone che hanno scelto Facebook per una battaglia di vita che vale il futuro di un ragazzino.

(03 gennaio 2010) LINK ARTICOLO originale

Link LIAM story

Advertisements

7 thoughts on “Bambino di Trinitapoli: il Tribunale lo vorrebbe in una casa famiglia ma un Maresciallo lo vuole adottare.

  1. Credo che giuseppe ha già sofferto troppo, io mi domando come possiamo avere fiducia nelle istituzioni se si giunge a cosi tristi conclusioni.tanti elogi al maresciallo Francioso e alla sua famiglia per l’amore che hanno dato a questo bambino, spero a chi deve giudicare il caso lo faccia con amore e serenità ……….una casa famiglia non è una vera FAMIGLIA è solo una provvisoria sistemazione G.Carlo ( An )

  2. l’ottusità delle istituzioni competenti rasentano la violazione dei diritti umani ,già condannata L’ITALIA dalla corte EUROPEA continua ad avere atteggiamenti incompresnsibili e di predominante ignoranza è un abuso e attentato alla salute mentale,emotiva dei minori devono essere messe le condizioni per lottare contro questi regimi di ignoranza le leggi che agevolano gli affidi ci sono ,vanno applicate in equal misura come gli allontanamenti
    MALEDETTI!!CRIMINALI CONTRO I DIRITTI DEI FANCIULLI!!

  3. Mi auguro veramente di cuore che questo bambino abbia finalmente una vera famiglia dove poter crescere in serenità e con tanto amore ma, purtroppo, conoscendo bene il Tribunale dei minori di Bari per esperienza personale (tristissima), ho i miei dubbi. Mi chiedo: dov’erano il Tribunale, gli assistenti sociali, quando il bambino è stato trovato di notte dal carabiniere che vorrebbe adottarlo? Ed in tutti questi anni, dove sono stati? Chi tutelava il piccolo? La storia per quanto riguarda quel Tribunale è vecchia ed ogni tot di anni, storie simili si ripetono. Ciao

  4. mi rivolgo al tribunale dei minori ricordatevi cosa avete combinato ai bimbi di gravina x affidrli al papà nn fate ancor questi errori date vita è pace al bimbo di trinitapoli io un tempo ho conosiuto la madre gli offrii alloggio aveva due bimbi è giuseppe era di appena un anno poi è andata via partita x nn sò dove ho appreso la notizia con molto ramarrico nn si muore nn si uccide essendo genitori entranbi x gelosia ma skerziamo che padre 6 di lei posso solo dire vita sbagliata uomini sbagliati nella sua vita quando lo conosciuta è ospitata nn aveva manco di cosa cambiarsi è nn aveva da dare ha mangiare ha i suoi figli nn la giustifico è nn la giudio ma ora vi prego di dare vita a giuseppe da piccolo veramente ha patito tutto fame freddo dormito in macchina ora ha la possibilità di avere un vero tetto una vera famiglia nn siete voi che dovete rovinargli la vita visto che Dio cè è gli ha aperto un angolo di paradiso il maresciallo è il suo ultimo treno aiutatelo a prenderlo al volo ciao giuseppe il tuo fratellino maggiore ti vuole un sacco di bene nn conosco l’altro ma lo abbraccio insieme atè forte forte forza giupi ti siamo tutti vicini

  5. Pingback: Bambino di Trinitapoli: l’associazione nazionale Magistrati sottolinea che… « -Il Giustiziere degli Angeli-

  6. Gentili Signore e Signori
    ritornando a questo articolo, sento il dovere di comunicarvi che il Grande UOMO, Maresciallo “Luogotenente” Francioso Giuseppe questa notte è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari e a quello di tutti noi che abbiamo avuto il privilegio di conoscerlo. Una persona troppo buona con i bisognosi, a testimonianza tutta della popolazione del Comune di San Ferdinando di Puglia.

    • Caro Enzo, La ringrazio per averci resa nota questa tristissima notizia. Mi unisco al dolore dei familiari di Giuseppe Francioso ed a tutta la popolazione di San Ferdinando.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...