Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Bambina stuprata ed uccisa nove anni fà a Castel Del Monte – sviluppi sul caso

2 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Ritorna sulla cronaca il caso di Graziella Mansi di cui scrissi solo in parte ciò che accadde riportando le frasi agghiaccianti riferite da uno dei condannati, Pasquale Tortora:

Con una mano la tenevo ferma e con l’altra la bruciavo (LINK)

IL CASO: I GIOVANI SONO STATI CONDANNATI ALL’ERGASTOLO NEL 2004, UNO DI LORO SI È SUICIDATO

L’assassinio di Graziella Mansi: nuove prove, il processo è da rifare

Bruciata viva Graziella aveva 8 anni, tre dei cinque assassini si dicono innocenti: «Una foto ci scagiona»

Giuseppe Di Bari e Michele Zagaria

ANDRIA — Nove anni dopo la morte della piccola Graziella Mansi, la bambina andriese di 8 anni bruciata viva ai piedi di Castel del Monte la sera del 19 agosto 2000, tre dei suoi cinque assassini continuano a proclamarsi innocenti. Giuseppe Di Bari, Michele Zagaria e Domenico Margiotta, condannati con sentenza defi nitiva all’ergastolo già nel 2004, chiedo no ora alla Corte di Assise di Trani di poter svolgere una nuova attività investigativa preventiva ai fini della eventuale revisione del processo. Revisione già tentata senza successo davanti alla Corte di Appello di Lecce l’anno scorso da tutti e tre più Vincenzo Coratella, il quarto ragazzo condannato all’ergastolo per se­questro, violenza sessuale di gruppo, omicidio e occultamento di cadavere e morto suicida nel carcere di Lecce il 13 dicembre scorso. Anche lui, fino all’ultimo, aveva però proclamato la sua innocenza, così come scriveva alla madre in una serie di lettere dal carcere.

Si dicevano innocenti, a differenza di Pasquale Tortora, l’unico reo-confesso, condanna to a 30 anni con il rito abbreviato, che aveva chiamato in causa gli altri quattro. Tutti e cinque, secondo i giudici del primo e secondo grado, più Cassazione e Corte di Appello di Lecce (per la revisione), avrebbero ucciso la bambina, non prima di averla violentata per poi darle fuoco quando era ancora viva a poche centinaia di metri dal luogo in cui scomparve, la fontanina ai piedi di Castel del Monte dove fu vista. Solo Tortora, però, secondo l’accusa, sarebbe rimasto nella zona guidando poi i carabinieri sul luogo del delitto; mentre gli altri quattro sarebbero andati via alle 19.30 e sarebbero tornati ad Andria a bordo dell’auto di Zaga ria. E per precostituirsi un alibi, due di loro si sarebbero fatti riprendere dalla telecamera di una banca in centro, dopo essere tornati a casa a cambiarsi.

Si tratta di Giuseppe Di Bari e Vincenzo Coratella, che sono stati ripresi dalle telecamere della banca alle 20.05 così come confermato dai fotogrammi individuati dai carabinieri. Ma, secondo le difese, davanti a quella banca, alla stessa ora, c’era anche Miche le Zagaria la cui immagine comparirebbe in un altro fotogramma insieme a Coratella. Per i carabinieri invece non ci sarebbe alcuna certezza circa l’identità di quella persona accanto a Coratella, motivo per cui nel loro rapporto hanno sempre parlato di «altra persona in corso di identificazione». Ma se quella «altra persona in corso di identificazione» fosse per davvero Zagaria, il castello accusatorio nei confronti di tutti e quattro i ragazzi comincerebbe a scricchiolare, giacché Zagaria secondo l’accusa avrebbe lasciato Di Bari e Coratella per primi a casa e questi cambiatisi, sarebbero andati alla banca; Margiotta vi sarebbe arrivato alle 20.30; mentre Zagaria, che abitava piuttosto lontano dal centro, vi sarebbe arrivato so­lo dopo, ripreso dalla telecamera intorno alle 20.40.

Nel caso, invece, si dimostrasse che anche Zagaria era davanti alla ban ca alle 20.05, l’unica spiegazione valida sarebbe che i quattro a Castel del Monte quella sera non c’erano mai stati, così come hanno ribadito a più riprese. Ora gli avvocati Carmine Di Paola, Aurelio Gironda, Giuseppe Perrone e Michele Anelli chiedono alla Corte di Assise di Trani, in funzione di giudice dell’esecuzione, di poter svolgere un’indagine tecnica mediante elaborazione di immagini con so­vrapposizione parametrizzata. Che, in parole povere, vuol dire poter comparare due fotogrammi del filmato delle telecamere, il numero 2 e il 26, cioè quello in cui compare l’«altra persona in corso di identificazione» alle 20.05 e quello delle 20.40 in cui è certamente ripreso Zagaria in modo da stabilire definitivamente che il ragazzo era lì da subito. I legali chiedono anche che Zagaria venga tradotto davanti alle telecamere della stessa banca, in modo da poter confrontare le sue immagini con quelle presenti nel fascicolo fotografico dei carabinieri.

Carmen Carbonara – Corrieredelmezzogiorno.it – 18 settembre 2009

Annunci

2 thoughts on “Bambina stuprata ed uccisa nove anni fà a Castel Del Monte – sviluppi sul caso

  1. …una bambina di 8 anni bruciata viva!!!ALLA SEDIA ELETTRICA IO VI MANDAVO!

  2. per certi reati altro che l’ergastolo ci vuole…perche’ per colpa di 5 insatanati ci rimette la psiche e magari anche la vita, pure una madre. sono reati che indignano, che incutono terrore nelle persone che si ritrovano ossessivamente a pensare: e se succedesse anche ai miei figli?”. non si puo’ vivere sereni nella consapevolezza che esistono esseri umani capaci di tali atrocita’. questo e’ un reato di cui noi tutti siamo vittime, non solo questa povera bambina. per questi immondi esseri la pena ideale sarebbe il lavoro forzato con la palla al piede, sotto il sole rovente a pane ed acqua. alla faccia di quel povero idealista sfigato di Beccaria. non c’e’ rimedio per gente con tali attitudini, non c’e’ perdono, non c’e’ percorso spirituale che possa rimediare a certe menti malate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...