Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Luca Delfino: attesa per oggi la sentenza!

5 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Luca Delfino, l’assassino di MariaAntonietta Multari, ascolterà oggi in aula la sentenza per il suo delitto. Già è stato scritto che non sarà ergastolo ed in molti non sono d’accordo, giustamente! La famiglia di MariaAntonietta in primis ed a cui và tutto il mio personale appoggio. Aggiornamento a dopo.

E’ iniziata, ora, l’udienza decisiva al processo per omicidio volontario premeditato che vede sul banco degli imputati: Luca Delfino, 32 anni (compiuti il primo gennaio scorso), il giovane di Serra Ricco’ che, l’8 agosto 2007, uccise con una quarantina di coltellate, in via Volta a Sanremo, l’ex fidanzata Maria Antonietta (Antonella) Multari. Delfino rischia una pena tra i 7 e i 30 anni di reclusione e, quasi certamente, non sara’ condannato all’ergastolo.

E’ quanto emerge dalla comparazione del capo di imputazione con i valori tabellari, anche se l’ultima parola spetta al gup Eduardo Bracco. Che Delfino non sara’ condannato al massimo della pena, sembra confermarlo il fatto che l’ergastolo, al momento, potrebbe essere assunto come pena base (nel caso in cui il giudice decidesse di valutare la premeditazione) che sara’ automaticamente diminuita a 30 anni per gli effetti del rito abbreviato che impone lo sconto di un terzo della pena.

Il giudice dovra’, inoltre, valutare se accordare la seminfermita’ mentale all’imputato, la totale capacita’ o incapacita’ di intendere e volere. Il gup, in buona sostanza, sara’ chiamato a bilanciare le attenuanti con le aggravanti e non e’ detto che quest’ultime risultino superiori rispetto alle prime. Per assurdo, ma neanche tanto, Delfino, malgrado il grande impatto mediatico provocato dall’efferato delitto, potrebbe essere condannato anche ad una pena inferiore ai 10 anni di carcere.

Resti, pero’, inteso che nel caso di una valutazione a favore della seminfermita’ o totale incapacita’ di intendere e volere, l’imputato dovra’, comunque, sostenere un lungo periodo in un ospedale psichiatrico. Almeno che la difesa e la parte civile non decidano di abbandonarsi a una lunga discussione e l’imputato non chieda di rilasciare dichiarazioni spontanee, il processo andra’ a sentenza gia’ venerdi’ prossimo e le motivazioni potrebbero essere depositate nei 15 giorni successivi alla lettura del dispositivo. Un altro elemento importante riguarda il fatto che l’indagine di Genova, che vede Delfino indagato per l’omicidio dell’altra sua ex fidanzata, la ballerina Luciana Biggi, non avra’ valore processuale a Sanremo, se non in quelle parti in cui si incrociano.

Antonella, che il giorno dopo il suo assassino avrebbe compiuto 32 anni, era stata al Napa Center, il centro estetico di via Volta, per una doccia solare. Era insieme a un’amica, quando uscita per strada e’ stata aggredita alle spalle da Delfino. Un camionista sanremese che si trovava in zona ha fermato Delfino, subito dopo l’omicidio e lo ha consegnato alla polizia.

Presenti in aula:

Riccardo Lamonaca, avvocato della difesa

Marco Bosio, avvocato di parte civile

Rocco Multari, papà di Antonella

E Rosa Tripodi, la mamma

di F. Tenerelli e M. Guglielmi

09/01/2009 – Riviera24.it

 

Annunci

5 thoughts on “Luca Delfino: attesa per oggi la sentenza!

  1. Io ho due figlie, e onestamente se la pena è di 10 anni in quanto rito abbreviato, semi infermità mentale, sconti e abbuoni vari ed eventuali, non esiterei ad uccidere il signore…………….

  2. PENA DI MORTE

  3. Anch’io ho 2 bimbe e se la giustizia italiana mi prendesse per il dietro, pur sapendo che io non beneficerei di nessuna scusante, anzi butterebbero la chiave, mi farei giustizia da sola.

  4. Mi vergogno di essere italiana, di appartenere ad uno stato che uccide le sue vittime due volte. Oggi non è stato Delfino a uccidere la povore Antonella, ma i giudici. Non c’è alcun rispetto per la famiglia di questa ragazza e per il loro dolore.
    Vergogna vergogna ad un sistema giudiziario che uccide le vittime…

  5. sono indignata. pena di morte no, troppo facile. ergastolo neanche, troppo comodo. gli farei spezzare la schiena per terminare le nostre strade. a lavoro concluso lo manderei ospite a casa del giudice che gli ha dato 16 anni, magari anche lui ha una figlia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...