Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Luca Delfino: potrebbe non andare all’ergastolo???

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli

Leggere l’articolo sottostante e solo pensare che potrebbe avvenire quanto dice il giornalista fà venir da piangere a star male. Per ora non mi esprimo!

Luca Delfino non sarà condannato all’ergastolo, ma rischia una pena tra i 7 e i 30 anni di carcere
Sanremo – E’ quanto emerge dalla comparazione del capo di imputazione con i valori tabellari, anche se l’ultima parola, venerdi’ prossimo, spettera’ al gup Eduardo Bracco. L’orario di inizio del processo e’ stato fissato alle 9.30.
Luca Delfino, 32 anni (compiuti il primo gennaio scorso), il giovane di Serra Ricco’ accusato di omicidio volontario premeditato per aver accoltellato e ucciso, l’8 agosto del 2007, in via Volta a Sanremo, l’ex fidanzata Maria Antonietta (Antonella) Multari, rischia una pena tra i 7 e i 30 anni di reclusione e, quasi certamente, non sara’ condannato all’ergastolo.

E’ quanto emerge dalla comparazione del capo di imputazione con i valori tabellari, anche se l’ultima parola, venerdi’ prossimo, spettera’ al gup Eduardo Bracco. Che Delfino non sara’ condannato al massimo della pena, sembra confermarlo il fatto che l’ergastolo, al momento, potrebbe essere assunto come pena base (nel caso in cui il giudice decidesse di valutare la premeditazione) che sara’ automaticamente diminuita a 30 anni per gli effetti del rito abbreviato che impone lo sconto di un terzo della pena.

Il giudice dovra’, inoltre, valutare se accordare la seminfermita’ mentale all’imputato, la totale capacita’ o incapacita’ di intendere e volere. Il gup, in buona sostanza, sara’ chiamato a bilanciare le attenuanti con le aggravanti e non e’ detto che quest’ultime risultino superiori rispetto alle prime. Per assurdo, ma neanche tanto, Delfino, malgrado il grande impatto mediatico provocato dall’efferato delitto, potrebbe essere condannato anche ad una pena inferiore ai 10 anni di carcere.

Resti, pero’, inteso che nel caso di una valutazione a favore della seminfermita’ o totale incapacita’ di intendere e volere, l’imputato dovra’, comunque, sostenere un lungo periodo in un ospedale psichiatrico. Almeno che la difesa e la parte civile non decidano di abbandonarsi a una lunga discussione e l’imputato non chieda di rilasciare dichiarazioni spontanee, il processo andra’ a sentenza gia’ venerdi’ prossimo e le motivazioni potrebbero essere depositate nei 15 giorni successivi alla lettura del dispositivo.

Riguardo l’eventuale ingresso di fotografi e telecamere all’interno dell’aula udienze, sarà il giudice a deciderlo, anche se potrebbe essere lo stesso imputato ad agevolare la presenza dei reporter. A causa delle neve, oggi, è saltato l’incontro tra Luca Delfino e il suo difensore, l’avvocato Riccardo Lamonaca, rimasto bloccato a Genova. Un altro elemento importante riguarda il fatto che l’indagine di Genova, che vede Delfino indagato per l’omicidio dell’altra sua ex fidanzata, la ballerina Luciana Biggi, non avra’ valore processuale a Sanremo, se non in quelle parti in cui si incrociano.

di Fabrizio Tenerelli Riviera24

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...