Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Amstetten: chi vorrebbe mai uccidere Josef Fritzl??

3 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Fritzl, nuovi dettagli dall’accusa – Faceva fare recite porno alla figlia
Josef Fritzl, il mostro della cantina austriaco, costringeva la figlia Elisabeth, ai tempi 18enne, a guardare film pornografici e quindi a ripeterne il contenuto per lui, imitandone i ruoli. Sono i nuovi, agghiaccianti dettagli sulla vicenda che emergono dopo la formalizzazione, giovedì, dell’atto di accusa. La ragazza venne anche tenuta legata per nove mesi a un palo di ferro con una catena di acciaio.

Per sequestrarla, nell’agosto 1984, Fritzl stordì la figlia con i narcotici, e quindi la rinchiuse nello scantinato senza luce sotto la loro casa. La giovane fu quindi oggetto di continue vessazioni: calci, botte, stupri… Incredibili anche le circostanze, ricostruite nell’accusa, nelle quali Elisabeth fu costretta a partorire: un libro di ostetricia, una forbice, una coperta per avvolgere il neonato e pannolini era tutto ciò di cui disponeva la donna.

Quando, dopo la nascita di due gemelli il 28 aprile 1996, uno dei due manifestò gravi disturbi di respirazione e divenne cianotico, Fritzl si rifiutò di chiamare aiuto limitandosi a commentare: “Succederà quel che deve succedere”. Tre giorni dopo, l’1 maggio, il bimbo morì e il padre bruciò il corpo nella caldaia di casa. Per questa omissione di soccorso, Fritzl è accusato anche di omicidio, oltre che di riduzione in schiavitù, stupro,violenza aggravata, sottrazione di libertà e incesto. Stando all’accusa, Elisabeth e i figli detenuti ebbero anche gravi malattie, ma per curarsi avevano solo aspirina o sciroppo.

Il processo a Fritzl comincerà probabilmente a marzo: da aprile l’uomo è detenuto nel carcere regionale di St. Poelten. Secondo la Bild tedesca alcuni detenuti avrebbero cercato di ucciderlo, fatto che è però stato smentito dalla direzione del penitenziario.

Annunci

3 thoughts on “Amstetten: chi vorrebbe mai uccidere Josef Fritzl??

  1. PENSO CHE EL PAPA BENEDETTO DEBBE ANDARE A VISITARE A QUESTA REGAZZA Y DARE UN PAROLA DE FEDE.
    NO HO VISTO MAI UNA COSA COSI IN LA MIA VITA.
    PENSO CHE DOPPO DA LEI NESSUNA PERSONA AL MONDO A SUFFERTO PIU CHE QUESTO. IMPOSIBILLI, SONO STATO TROPPI ANNI.

  2. un caso che da dell ‘irreale.mai sentita una storia del genere.una donna più che unica.che il signore da oggi in poi l assista in ogni momento.merita tutta la felicità possibile

  3. Anche io penso che potrebbe andarci il papa e io stessa vorrei che tutti noi le mostrassimo solidarietà Non so come si faccia a difendere il mostro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...