Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia: arrestato il mago-pedofilo. Ovvio che era recidivo e libero!

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli

 

Abusi su ragazze, arrestato “mago” – Roma: si vantava di doti soprannaturali
Avvicinava le vittime, perlopiù giovanissime, millantando poteri soprannaturali. In realtà, le “doti divinatorie” erano solo un pretesto per poter abusare delle donne. Gli agenti della Squadra Mobile di Roma hanno arrestato un sedicente mago per le presunte violenze. L’uomo, un 61enne con precedenti specifici, dovrà rispondere di violenza sessuale. La polizia ha effettuato perquisizioni sul litorale pontino, dove il “mago” avvicinava le sue vittime.

Luigi Alfredo Russi, in arte mago “All Fred”, cartomante con presunte virtù pranoterapeutiche, sarebbe in realtà pedofilo recidivo che da anni riempie le cronache con dei quotidiani. Il primo processo a suo carico risale infatti al 1995. L’uomo in particolare è stato arrestato con l’accusa di aver abusato sessualmente di quattro ragazzine minorenni di Nettuno, la più piccola delle quali ha appena 12 anni.

Scaduto il divieto di residenza nel comune pontino per i suoi trascorsi penali, il 61enne – che si spostava fra Nettuno e la Capitale, dove aveva uno studio da cartomante in via Alessandria – era tornato sul litorale e aveva subito ripreso la sua consueta attività.

I bambini lo chiamavano “lo zio”, oppure “il nonno”. Eppure di paterno e familiare Russi non aveva molto. Secondo gli inquirenti la sua autorità gli veniva unicamente dalla capacità di porsi come figura di riferimento in sostituzione dei reali genitori attraverso una particolare capacità manipolatoria che gli consentiva di circuire le sue vittime, alle quali offriva ospitalità, aiuto e a volte piccoli benefit come ricariche del cellulare.

Grazie ai suoi presunti poteri paranormali, infatti, “All Fred” era riuscito a far credere alle bambine di essere in grado di far ottenere un buon voto a scuola o eseguire incantesimi d’amore di sicuro successo. Il suo appartamento, all’interno della quale aveva perfino allestito una sala giochi, era sempre aperta ai piccoli visitatori, che potevano fare lì quello che a casa era loro impedito, come fumare, bere alcolici o fare uso di stupefacenti.

Per agganciarle il mago si serviva di ragazzi poco più che maggiorenni, utilizzati come mezzi per entrare in contatto con le bambine. Con abilità ed espedienti riusciva così a sfruttare ogni stratagemma, dalla “lezione” di educazione sessuale alla scuola guida, che diventava occasione per palpeggiare la bambina di turno, fino ai consigli offerti alle sue vittime su cosa raccontare ai genitori e come comportarsi per non far trasparire atteggiamenti sospetti. Un carisma che ben presto induceva le sue stesse vittime a evitare ogni possibile rapporto conflittuale nei cuoi confronti.

Dieci i ragazzini finiti nella sua rete di relazione, per quattro dei quali, tutte bambine, le psicologhe della polizia sono riuscite ad accertare la violenza sessuale vera e propria. Gli agenti della Squadra Mobile gli hanno notificato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere: appena tre giorni fa si era infatti consegnato ai carabinieri per un residuo di una vecchia condanna per atti di libidine violenta e sequestro di persona. Ma essendo una pena inferiore ai tre anni, entro pochi giorni sarebbe tornato nuovamente a piede libero.

 Fonte: TGCOM

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...