Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Lapidazione: i governi del mondo facciano finire queste barbarie! A Nairobi la 23enne Aisha lapidata per adulterio.

2 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

NON BASTA LA NOSTRA INDIGNAZIONE. BASTA CON QUESTE BARBARIE.

2008-10-28 17:58  ANSA.IT
SOMALIA: LAPIDATA ADULTERA IN ROCCAFORTE ISLAMICI
di Luciano Causa
NAIROBI – Una giovane donna è stata lapidata ieri pomeriggio davanti a centinaia di persone, nello stadio di Chisimaio, importante città del sud della Somalia. Era stata condannata a morte in applicazione della ‘sharia’, la legge islamica, per adulterio. Ciò mentre sterilmente si dibatte sull’ennesima intesa di pace, che attori senza alcun reale peso sugli eventi hanno firmato domenica sera a Gibuti. Aisha Ibrahim Dhuhulow aveva 23 anni.

Era stata accusata di adulterio, e quindi condannata alla lapidazione, come prevede la ‘sharia’. Ieri pomeriggio è stata portata al supplizio – mani e piedi legati, velo verde sul capo, volto coperto da un panno nero – nello stadio di Chisimaio, dove era già stata scavata una buca. Vi è stata sepolta, tranne il collo e la testa. Poi, davanti a centinaia di persone, è stata colpita da nugoli di pietre, fino alla morte. Per accertarsi della quale sembra sia stata anche parzialmente disseppellita due volte: ma era ancora viva, e quindi la tortura è continuata.

Qualcuno, forse un familiare, mosso a pietà ha tentato di soccorrerla: gli scherani islamici hanno sparato contro la folla senza pietà, si parla di un bimbo ucciso. Fonti ufficiali di Chisimaio hanno poi avuto l’ardire di dichiarare che più volte alla ‘adultera’ era stato chiesto di ravvedersi, di rendere una confessione diversa per salvarsi. Ma lei, stando ai torturatori islamici, avrebbe detto di no, che voleva essere punita come prevede la sharia.

Testimonianze sul posto segnalano viceversa che la giovane gridava terribilmente mentre veniva trascinata verso la buca, e mentre era lapidata. E’ la prima esecuzione di questo tipo da oltre due anni, quando le corti coraniche controllavano quasi tutta la Somalia. Ed è la misura esatta di ciò che i fondamentalisti islamici, una volta preso il potere, intendono fare.

Chisimaio, come tutto il sud della Somalia, e come ampie parti strategiche del Paese, è controllata dagli ‘al Shabaab, (gioventu’ in arabo), che sono considerati il braccio armato somalo di al Qaida. Hanno ormai egemonizzato la sanguinosa rivolta che ha letteralmente distrutto il Paese: dai primi mesi dello scorso anno circa 10.000 civili morti, ed oltre tre milioni – quasi la metà della popolazione – di profughi in condizioni umanitarie disperate. Ciò mentre – in maniera quasi surreale – si discute dell’ applicazione dell’ennesima intesa che prevede cessate il fuoco, pacificazione, ritiri di truppe etiopiche. Firmato, sotto l’egida dell’Onu, dal Governo Federale di Transizione somalo, debolissimo malgrado gli appoggi internazionali, e la parte moderata dell’opposizione politica, minoritaria. L’ala ‘dura della stessa opposizione, maggioritaria, ha invece sconfessato l’intesa.

E gli shabaab’, che controllano il territorio, neanche si pongono il problema: per loro non esiste la via negoziale. Dell’accordo sta discutendo anche un vertice dell’Igad (organismo che raggruppa i sette stati regionali) in corso a Nairobi. Ma intanto la realtà è che in Somalia gli ‘shabab’ impongono la loro legge, ed estendono sempre più il controllo sul territorio. Mentre le organizzazioni internazionali, impotenti sul piano pratico, non possono fare altro – come oggi la presidenza di turno dell’Ue, detenuta dalla Francia – che condannare “un’esecuzione particolarmente ignobile, alla quale gli islamici insorti che hanno preso il controllo della città di Chisimaio hanno deliberatamente dato una pubblicità insostenibile”.

Annunci

2 thoughts on “Lapidazione: i governi del mondo facciano finire queste barbarie! A Nairobi la 23enne Aisha lapidata per adulterio.

  1. Pingback: Ancora una vergogna

  2. fra poco arriveranno anche da noi,se non prendiamo una posizione intransigente.
    i politici se ne fragano di queste cose,a loro bastano i soldi e potere, e gedaffi dice che le donne sono protette?e le nostre donne cosa vanno a fare per 70 euro ad ascoltare il corano.
    donne italiane… sposate un mussulmano e poi non venite a piangere come fanno molte donne che ho conosciuto,ma loro vi fanno vedere la luna nel pozzo con le moine e le dolci parole, dopo vi fanno vedere i sorci verdi,SVEGLIAMOCI!!!! stanno conquistando l’europa con il ventre delle donne, e noi dobbiamo fare accoglienza. per fortuna non tutti i mussulmani sono cosi, ma ricordate che fino a che hanno bisogno di voi sono come umili servitori, ma aspettatevi un coltello nella schiena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...