Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Abusi su minori: due bambini in un cassone della spazzatura. L’immondizzia però era in strada.

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli

Ci sarebbero molte cose da dire su questo caso di cronaca ma credo che il titolo che ho dato a questo post è già sufficente a dire cosa penso! Solo un fortuito caso ha voluto che si scoprissero i due bambini, uno di 10anni ed uno di appena un mese… solo perchè due polizziotti su un’auto civetta avevano notato due persone che parlottavano vicino al cassonetto e che hanno voluto controllare. Ho naturalmente a cuore anche la grave situazione in cui versa la ragazzina di 16 anni, molto probabilmente costretta dal padre a prostituirsi. Che schifo.

Tor Sapienza, due bimbi trovati in un cassonetto: romeno 52enne denunciato per maltrattamenti.
Ansa – ROMA (27 ottobre) – Per casa avevano un cassonetto in piazza Pascali, quartiere Tor Sapienza, periferia Est di Roma. Si tratta di un neonato di un mese e di un bambino di 10 anni: sono stati trovati ieri sera, intorno alle 19 da un funzionario della polizia giudiziaria. Un romeno 52enne è stato denunciato per maltrattamenti.

Il controllo. L’agente in questione, Guido Martino, in servizio in borghese, nel corso di un controllo aveva notato un uomo ed una ragazza seminascosti vicino al cassonetto. L’uomo, un romeno di 52 anni, ha mostrato una patente risultata falsa e ha dichiarato di essere il padre della ragazza di 16 anni che aveva accanto.

La scoperta. Mentre controllavano i documenti, gli agenti si sono però accorti di movimenti e rumori all’interno del cassonetto. Così hanno scoperto i due bambini: quello di un mese è nato il 29 settembre a Torino, secondo un certificato trovato nel contenitore dell’immondizia.

Il racconto della ragazza. Ascoltata dagli agenti della polizia della squadra giudiziaria della Polstrada, la 16enne ha raccontato di essere figlia del romeno, sorella del bimbo di 10 anni e madre del neonato di un mese. Secondo le sue dichiarazioni, i quattro sarebbero arrivati a Roma nella stessa giornata di ieri: erano fuggiti da Torino per paura che potessero rapire la ragazza. Ha riferito che nel tardo pomeriggio sono arrivati a Roma e che stavano cercando di mettersi in contatto con alcuni parenti che vivono nella Capitale. Sorpresi da un violento acquazzone, con il padre avrebbero messo i due bambini nel cassonetto per ripararli dalla pioggia.

Nel cassonetto sono stati trovati anche dei borsoni con gli effetti personali di tutti e quattro, i loro documenti, un biberon e tutto il necessario per il neonato, il quale è stato ricoverato nell’ospedale Sandro Pertini per accertamenti. Il bambino di dieci anni e sua sorella sono invece stati portati in un centro di prima accoglienza.

La denuncia. Oggi il romeno è stato denunciato per maltrattamenti su minori e per essere stato trovato in possesso di una patente di guida contraffatta. Le indagini della polizia sembrano confermare la circostanza secondo cui i quattro sarebbero arrivati da Torino alle 8 di ieri mattina, ma non è ancora chiaro quale mezzo abbiano utilizzato per il viaggio. Confermato anche che il neonato è figlio della 16enne e che il 52enne è padre della ragazza e del bambino di dieci anni. La moglie dell’uomo dovrebbe trovarsi in Romania: per ulteriori accertamenti è stata interessata anche la polizia romena.

La ragazza si prostituiva. Per gli inquirenti è quasi certo che la donna si trovasse in piazza Pascali per prostituirsi: nella sua borsa sono stati trovati molti preservativi. I quattro si trovavano, inoltre, di sera in una zona abitualmente frequentata da prostitute. La ragazza e suo padre, infine, non hanno saputo fornire indicazioni sui parenti che avrebbero dovuto incontrare a Roma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...