Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia Parabita: rinviata l’udienza del maestro-sarto.

1 Commento

Il Giustiziere degli Angeli

A Parabita una mamma a cui il figlio raccontò gli abusi subiti a casa dei maestri del doposcuola, decise di farsi giustizia da sè ( LINK articoli )   e, armata di coltello, uccise la maestra Iole Provenzano  e ferì gravemente il maestro Luigi Compagnone.

Parabita, rinviata l’udienza del sarto.

L’anziano accusato di molestie su uno degli studenti che frequentavano le lezioni della maestra uccisa. Lunedì a processo la madre del bimbo vittima di abusi.

E’ stato rinviato al prossimo 13 febbraio il processo a carico di Luigi Compagnone, il sarto di Parabita accusato di abusi sessuali su minori, per aver molestato uno degli studenti che frequentavano le lezioni di doposcuola della moglie, Jole Provenzano, la maestra in pensione uccisa a coltellate lo scorso 5 novembre nel suo appartamento di via Dei Mille dalla madre del bambino, Simona D’Aquino, 41 anni di Casarano. Lui rimase gravemente ferito.

Non si è presentato ieri mattina l’81enne in aula per rispondere alle domande dei giudici della seconda sezione penale, presieduta da Pietro Baffa. E così l’udienza, subito dopo aver costituito le parti, è stata aggiornata ai primi mesi del 2009.

L’inchiesta nacque per approfondire la veridicità dei fatti che furono movente dell’omicidio, compiuto dalla donna in un momento di folle raptus (era uscita di casa dopo aver bevuto un bicchiere di whisky e portava con sè dei coltelli), successivo alla confessione del figlio sulle ripetute violenze da parte dell’uomo, ora ospite in una casa di accoglienza per anziani.

Se dunque il processo per il sarto di Parabita si è aperto ieri, la giovane madre tornerà in aula in veste di imputata lunedì mattina davanti al gup Nicola Lariccia, avendo scelto il procedimento del rito abbreviato.

E proprio la donna insieme al padre del piccolo, costituitisi entrambi parte civile, saranno presenti a febbraio sul banco dei testimoni insieme ai nonni materni e alla zia del bambino, che forniranno le loro versioni nell’udienza contro Luigi Compagnone.

La sua posizione si aggravò dopo che i carabinieri della compagnia di Casarano perquisirono la scuola privata, portando via un computer sul quale un ingegnere informatico venne incaricato di effettuare una dettagliata consulenza.

E infatti la perizia consolidò l’impianto di accuse a carico del sarto, contro il quale gravava già il lucido racconto reso dal ragazzino davanti al pm e diverse testimonianze di ex alunne della scuola di taglio e cucito in passato gestita dal marito della maestra.

Nella memoria del pc vennero trovati collegamenti con siti pedofili, anche esteri, e relativo scambio di materiale.

Ilpaesenuovo.it

 

Annunci

One thought on “Pedofilia Parabita: rinviata l’udienza del maestro-sarto.

  1. Pingback: Rapinato Compagnone, il maestro di Parabita accusato di pedofilia. « -Il Giustiziere degli Angeli-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...