Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia: a Londra il maggiordomo di Elisabetta II, a Bari il maestro di musica.

1 Commento

Il Giustiziere degli Angeli

1) GB: EX MAGGIORDOMO ELISABETTA II AMMETTE ABUSI A MINORI

2) Puglia/ Bari, abusi sessuali su minori: arrestato maestro musica

No alla pedofilia

No alla pedofilia

 

Londra, 19:30
GB: EX MAGGIORDOMO ELISABETTA II AMMETTE ABUSI A MINORI

Un ex maggiordomo della regina Elisabetta II, che rischia una pesante condanna per pedofilia, ha confessato di aver introdotto le sue giovani vittime persino a Clarence House, durante un party di Natale della Regina Madre. Paul Kidd, 55 anni, maggiordomo di Elisabetta II tra il 1977 e il 1979 e al servizio della Regina Madre tra il 1979 e il 1984, si e’ dichiarato copevole all’inizio del processo iniziato in un tribunale di Manchester (la sentenza e’ attesa per il 20 novembre). L’uomo aveva in casa le immagini di oltre 18.000 di ragazzini, fotografati in pose piu’ o meno indecenti e l’inchiesta stabilira’ se, come sembra, la password d’accesso al materiale fosse il nome di uno dei corgis, gli amati cagnolini, della regina. Kidd, che ha ammesso di aver avuto relazioni sessuali anche con un bambino, aveva iniziato una lucrosa attivita’ di ‘conferenziere’ su navi da crociera, in cui raccontava dietro lucroso compenso aneddoti “divertenti” della vita di corte.

LaRepubblica.it

 

Puglia/ Bari, abusi sessuali su minori: arrestato maestro musica
Ai domiciliari 40enne con l’accusa di avere abusato di 4 bimbi
Roma, 1 ott. (Apcom) – Quarant’anni, spostato con un figlio, maestro di musica, è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Bari, con l’accusa di aver abusato sessualmente di alcuni bambini, suoi allievi. L’uomo è ai domiciliari. Insegnante la mattina in alcune scuole pubbliche della provincia di Bari, nel pomeriggio dava lezioni di musica e qui, secondo le accuse, adescava i suoi allievi. Almeno quattro i bambini oggetto delle sue attenzioni, tra i 9 e gli 11 anni d’età. Le indagini sono state condotte dalla sezione specializzata nei reati sessuali contro i minori della questura di Bari attraverso intercettazioni, pedinamenti, ascolti protetti, l’ascolto di testimonianze e anche l’aiuto degli psicologi.
 

Le indagini sono partite l’anno scorso su segnalazione dei genitori di uno dei piccoli allievi, preoccupati degli strani discorsi e atteggiamenti a sfondo sessuale del figlio. Gli agenti hanno poi scoperto abusi sessuali nei confronti di altri 3 ragazzini. L’uomo infatti approfittava del suo ruolo di insegnante di musica in una scuola privata dove insegnava nel pomeriggio, e – seconde le accuse – abusava sessualmente dei bambini durante lezioni individuali.

Ma la misura restrittiva è arrivata dopo un lungo percorso giudiziario: la prima richiesta di arresti era stata infatti avanzata dal pm alla fine del 2007, respinta dal gip, poi era stata confermata dal Tribunale del riesame e, dopo il ricorso, definitivamente, dalla Cassazione. E oggi sono scattati i domiciliari.  

Annunci

One thought on “Pedofilia: a Londra il maggiordomo di Elisabetta II, a Bari il maestro di musica.

  1. Minori/ Pedopornografia on line, 3 arresti e 18 perquisizioni
    Operazioni in 10 regioni. Un 40enne organizzava incontri
    postato 1 ora fa da APCOM

    Roma, 3 ott. (Apcom) – Tre arresti e 18 perquisizioni sono state effettuate ieri dalla polizia per un giro di pedofilia su internet. L’operazione è stata coordinata dalla polizia postale di Reggio Calabria. Due degli arresti sono avvenuti in Lazio e uno in Veneto. I tre uomini sono stati sorpresi in flagranza di reato: sui rispettivi computer avevano migliaia di file a contenuto pedopornografico. Le perquisizioni hanno riguardato Calabria, Campania, Trentino, Abruzzo, Veneto, Lombardia, Toscana, Lazio, Puglia e Sicilia.

    L’attività investigativa era scattata grazie alla collaborazione internazionale tra le forze di polizia in tema di pedofilia on line. Nove degli attuali indagati italiani sono stati individuati nell’ambito della collaborazione con i paralleli organismi investigativi tedeschi ed inglesi.

    Tre sono gli indagati residenti in Calabria: tre della città di Reggio Calabria, indagati per detenzione di ingente quantità di materiale pedo-pornografico, uno dei quali deteneva 62mila file e 153 filmati; uno di Catanzaro, indagato per il reato di divulgazione di immagini di pornografia minorile.

    In Lombardia è stata perquisita l’abitazione di un incensurato di anni 40, sposato con figli minori, al quale viene contestato il reato più grave, quello di induzione alla prostituzione di minori. Questo soggetto è accusato di avere inserito on line messaggi rivolti a minori al fine di organizzare incontri di natura sessuale a fronte di corresponsione di denaro.

    Nel corso dell’operazione, che ha coinvolto un centinaio di agenti di polizia nelle varie regioni interessate sono stati perquisiti anche uffici di imprese private. Nell’ambito delle perquisizioni sono stati sequestrati computer, hard disk esterni, pendrive e centinaia di supporti ottici sui quali sono in corso accertamenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...