Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia: rischiano il processo per favoreggiamento i tre vescovi del caso di Don Mauro Stefanoni.

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli

Articolo tratto da QUI. Altri articoli sul caso li trovate nella categoria “Don Stefanoni”

La Provincia di Sondrio – “In tre monsignori ora rischiano il processo”
COLICO: IL CASO DI DON MAURO STEFANONI

In tre monsignori ora rischiano il processo

La procura ha chiuso l’indagine riguardante Maggiolini, l’ex vicario e il vescovo di Crema – Ora ci sono venti giorni disponibili per dar vita alle contro deduzioni.

COLICO(p. mor.) Non che ci si aspettasse una decisione differente da parte della procura, soprattutto dopo che i tre monsignori indagati per il favoreggiamento di don Mauro Stefanoni (l’ex parroco di Laglio, 40 anni, già in servizio come vicario alla parrocchia di Colico, prima di essere condannato a otto anni di detenzione
per violenza sessuale su un minorenne) nelle scorse settimane hanno scelto la via del silenzio.
Ma la formalizzazione della chiusura dell’inchiesta a carico del vescovo emerito di Como, Alessandro Maggiolini, del vescovo di Crema, Oscar Cantoni e dell’ex vicario della Curia lariana, Enrico Bedetti, è un ulteriore passo verso un possibile processo pubblico a carico degli alti prelati. Tecnicamente, ora che il sostituto procuratore Maria Vittoria Isella ha notificato il cosiddetto avviso di chiusura indagini, ai tre indagati non restano che tre possibilità: chiedere di essere sentiti in interrogatorio per fornire la loro spiegazione sul caso, opzione che difficilmente sarà giocata considerando la decisione di avvalersi della facoltà di non rispondere quando sono stati convocati in procura; oppure presentare una memoria difensiva in cui si fornisce una chiave di lettura tale, sui fatti, da convincere il pubblico ministero a chiedere l’archiviazione delle accuse; oppure aspettare la citazione in giudizio, ovvero la fissazione della data del processo pubblico a loro carico (il reato per il quale sono indagati non prevede udienza preliminare, dunque si va subito in aula).
Com’è noto i tre monsignori sono finiti sotto inchiesta dopo che, durante il processo a suo carico, don Mauro Stefanoni aveva rivelato di essere stato informato dell’esistenza di un’inchiesta a suo carico dalla diocesi lariana. Più precisamente, l’ex parroco di Laglio e vicario a Colico, condannato dal tribunale di Como a otto anni di reclusione per aver abusato sessualmente di un ragazzo – minorenne all’epoca dei fatti – del paese, nel corso dell’esame a cui era stato sottoposto durante il processo a suo carico aveva raccontato quanto accadde il 16 novembre 2004, nel pieno dell’inchiesta – con tanto di intercettazioni ambientali e telefoniche – a suo carico. «Vado nello studio di monsignor Bedetti e in questo studio trovo monsignore Bedetti con l’allora don Oscar Cantoni – aveva riferito l’ex sacerdote di Laglio – Entro e mi dicono: “guarda dobbiamo dirti una notizia un po’ così”. Il vescovo ci ha detto di dirti che c’è in ballo una segnalazione per abusi sessuali su un minore». A questo punto don Mauro aveva chiesto un appuntamento con monsignor Maggiolini: «Gli ho chiesto: “Eccellenza, mi dovrebbe fare una cortesia, chi le ha detto questa cosa?”. E monsignor Maggiolini mi disse: “non te lo posso dire”». Chissà che, in caso di processo, non decida di rivelare quel segreto.

25/09/2008

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...