Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia: Maggiolini/Cantoni/Bedetti oggi in procura poichè indagati per favoreggiamento.

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli

Oggi nella procura di Como sono convocati i tre Monsignori accusati di favoreggiamento verso Don Stefanoni per averlo avvertito delle indagini che venivano fatte su di lui con l’accusa di pedofilia. Troverete questo e  questo articolo in cui ne parlo e rileggete anche l’ultima notizia sulle  motivazioni della condanna.

Spioni all'opera??

Spioni??

(AGI) – Como, 3 set. – Tre Monsignori in Procura a Como domani pomeriggio davanti al sostituto Maria Vittoria Isella, che li ha iscritti sul registro degli indagati per favoreggiamento personale nei confronti di don Mauro Stefanoni, l’ex parroco di Laglio e Brienno. Don Mauro e’ stato condannato il 29 maggio scorso a 8 anni di reclusione e al pagamento di 150mila euro come risarcimento danni, perche’ ritenuto dal Tribunale lariano colpevole di violenze sessuali ai danni di un ragazzino con lieve disabilita’ mentale e all’epoca dei fatti, il 2004, appena 14enne. Davanti al magistrato dovrebbero sfilare l’ex Vescovo di Como, Monsignor Alessandro Maggiolini, e i suoi collaboratori dell’epoca, Monsignor Oscar Cantoni (attuale Vescovo di Crema) e Monsignor Enrico Bedetti. A tirarli in ballo fu lo stesso imputato durante la sua deposizione davanti al collegio giudicante: a precisa domanda del Pm, rispose di aver saputo dell’indagine prima da Cantoni e Bedetti che lo avevano in Curia a Como, poi dall’allora capo della Diocesi lariana. Secondo il magistrato inquirente, che eredito’ la delicata inchiesta dal collega Vittorio Nessi, ora in servizio a Torino, quando Maggiolini parlo’ dell’inchiesta all’indagato quest’ultimo ancora non aveva ricevuto l’avviso di garanzia e si comportp’ poi in modo decisamente piu’ cauto soprattutto nei colloqui telefonici con un ragazzo di Ponte Tresa, nel Varesotto (dove don mauro ebbe altri problemi del tutto simili anche se la denuncia fu poi ritirata, ndr) il cui rapporto, come si legge nelle motivazioni di condanna a Don Mauro, e’ da ritenersi quantomeno equivoco. (AGI)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...