Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Aggressione ai frati di San Colombano Belmonte: ritrovati bigliettini contro “preti pedofili”.

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli

Al convento di San Colombano Belmonte, nel Canavese, la sera del 26.agosto intorno alle 21 quattro frati sono stati aggrediti e malmenati. Tre sono stati giudicati guaribili in 30 giorni mentre il quarto, Padre Sergio (che ha tentato di difendere gli altri frati ottuagenari) è stato aggredito più brutalmente con una serie di bastonate in testa per cui, al momento, è in coma all’ospedale di Torino. Nel convento dalle prime notizie si è appreso che c’erano pochi euro e che i malviventi si sono accaniti brutalmente sui frati anche dopo che erano stati legati ed imbavagliati: ma l’ipotesi della rapina ha fatto, poche ore dopo, spazio ad indagini su vie diverse. L’estrema violenza usata contro i religiosi e la frase, che sarebbe stata gridata da uno dei malviventi all’indirizzo di un frate, “io ti ammazzo”, lasciano aperte anche altre piste di indagine. Inoltre i tre/quattro aggressori, coperti da passamontagna, sono entrati senza forzare ne porte e ne finestre e sembra conoscessero bene il convento ed il fatto che non ci potevano essere testimoni in quanto un ristorante lì vicino era chiuso per riposo settimanale. Inoltre pare hanno agito senza trafugare quanto di prezioso era custodito in una teca: la corona d’oro della Madonna del Santuario. «Sono entrati per fare del male – dice il vicario episcopale don Antonio Foieri – ma cosa c’è dietro?». Un litigio con qualcuno? Un segreto? Intanto si sono aggravate nella notte del 27 le condizioni di un altro dei quattro frati aggrediti. È padre Emmanuele Battagliotti, 81 anni. Tra le ipotesi investigative di rapina e raid punitivo, ad un certo punto si è anche vociferato di un furto tentato da parte di satanisti ma a quanto pare i malviventi non sono neanche entrati in chiesa. Ed ecco a questo punto che nel pomeriggio spunta una nuova pista tutta da verificare: sul corrimano della chiesa sono stati ritrovati dei bigliettini post-it che riportano scritte minacciose ed offensive sui “preti pedofili”. Ma gli inquirenti ipotizzano che si tratta di un caso di “sciacallaggio”. In attesa del lavoro degli inquirenti e dei Ris possiamo solo dire che sono da condannare questo tipo di aggressioni brutali a qualsiasi persona vengano rivolte e che auspichiamo nella guarigione totale di Padre Sergio e Padre Emmanuele.

Padre Sergio Baldin

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...