Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Bambini protagonisti della cronaca. Storie che non vorremmo sentire.

3 commenti

Il Giustiziere degli Angeli

Il male non và in ferie e tante, troppe storie ci raccontano di orrori ai danni di bambini piccoli, piccolissimi. In pochi giorni si è dovuto raccontare di bambini che in Belgio vengono uccisi dalla propria madre (madre??) passando per il caso della bambina di due anni morta in un incendio della sua abitazione ed arrivando nelle mani (sporche mani) del pedofilo  di turno vicino di casa (a Vignonza) di una bambina 13enne. Intanto una bambina di 4anni scompare  da Tel Aviv e si pensa subito a Maddie di cui ancora non sappiamo le sorti e che ha in comune con lei due grandi occhi azzurri. Ma gli aggiornamenti su ROSE (questo il nome della bambina scomparsa a Tel Aviv) non ci lasciano ben sperare…

ORRORE IN ISRAELE PER LA PICCOLA ROSE, UCCISA DAL NONNO-PAPA’
TEL AVIV – Ha destato un’immediata ondata di orrore in Israele la pubblicazione da parte della polizia dei dettagli sulla scomparsa di una bambina francofona di 4 anni, Rose Ron, irreperibile dal maggio scorso. Le ricerche proseguono nella zona di Tel Aviv, anche se si teme che sia stata uccisa.

Due giorni fa la polizia aveva pubblicato la sua immagine e aveva chiesto l’aiuto della popolazione per rintracciarla, ma aveva celato ogni ulteriore informazione. Oggi – dopo che un quotidiano francese ha pubblicato un lungo articolo sulla vicenda – la polizia israeliana ha tolto il riserbo e ha confermato di aver arrestato la madre di Rose, Marie (23 anni), e il nonno, Roni Ron (45). Rose è la figlia di Marie e di Benyamin Pizam-Ron, due cittadini francesi che hanno vissuto sia in Francia sia in Israele. Dopo il loro divorzio, Rose ha vissuto in Francia con Benyamin, ma poi Marie è riuscita ad ottenerne la custodia e a riportarla in Israele.

Qua la madre ha sviluppato un legame sentimentale con il nonno di Rose, Benyamin, con cui convive e da cui ha avuto due figlie, che oggi hanno uno e due anni. Alla polizia risulta che Rose è scomparsa a maggio. Ma la prima segnalazione di allarme è giunta solo due settimane fa. Nel corso delle indagini la polizia ha arrestato la madre Marie e il nonno e padre adottivo, Roni Ron. Il padre biologico di Rose, Benyamin, si trova in Francia. Roni Ron, un conducente di taxi, ha fornito agli inquirenti versioni contrastanti. Infine ha sostenuto di averla uccisa accidentalmente e di averla gettata nel fiume Yarkon, a Tel Aviv.

Ma i sommozzatori della polizia non hanno trovato il corpo e le ricerche dunque proseguono. La fotografia di Rose divulgata dalla polizia mostra una bambina bionda, dagli occhi melanconici. A quanto risulta non ha mai frequentato un asilo e parla solo francese. La vicenda polarizza da due giorni l’interesse dell’opinione pubblica che si domanda in particolare dove fossero i servizi di assistenza sociale mentre Rose era così tragicamente trascurata dai suoi genitori.

26.8.2008 Ansa.it

Intanto un uomo, un eroe, nonno Giuseppe (Viganò) ci insegna e ci ricorda che l’amore verso i bambini và e deve andare oltre ogni limite umano e salva due bambini piccolissimi dall’incendio che li stava per divorare.

Annunci

3 thoughts on “Bambini protagonisti della cronaca. Storie che non vorremmo sentire.

  1. Ciao, complimenti per il blog e per l’orrendo argomento che tratti. Quanto schifo in questo mondo, quante persone se così si possono definire, scatenano tutta la loro perversione e disumanita su creature innocenti.Quante lacrime amare ogni giorno. Ciao a presto

  2. Benvenuta Herta e grazie a te per essere qui: i bambini hanno bisogno di tutti noi.

  3. sono una madre di 4 bambini ………ma mai al mondo e in qualsiasi circostanze ammetto ste violenze e ste atrocità sui bambini …………vorrei capire solo perche dio da i figli a chi non li deve dare quando nel mondo ci sono tante donne di cuore che pregano x averne solo uno e non possono…….ditemi come posso aiutarvi con tanto affetto x i piu piccoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...