Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia: bimba di 8 anni ripetutamente violentata dallo zio. Scoperto perchè ha infettato la bimba!

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli

La bambina non parla… non dice niente, non racconta quanto è grande il suo dolore e la sua paura! Spesso le conseguenze di tali orribili violenze rimangono dentro, in fondo, nel profondo, ed è ancora più difficile dare conforto e aiuto a questi Angeli.

 

Fonte: IlSecoloXIX – Ha abusato della sua “nipotina” di appena 8 anni. L’ha violentata, consumando completamente uno o più atti.

E con lo stupro ha anche contagiato quella piccola creatura, trasmettendole un virus che è molto pericoloso, spesso mortale, per le donne: il papilloma.

L’altra sera, dopo una settimana di indagini durante le quali ha sempre negato, non ha retto di fronte alle incalzanti domande del magistrato e ha confessato i suoi terribili abusi. Attualmente è in stato di fermo di polizia per violenza sessuale su minorenne. Ha 23 anni, è originario della Cina, e per un certo periodo è stato domiciliato a Savona: ora risiede a Milano dove lavora come cuoco.

Figlia di una famiglia cinese residente a Savona è invece la vittima della brutalità. La piccola, forse temendo conseguenze in famiglia, forse anche perché minacciata dallo “zio” ha sempre nascosto la sconvolgente esperienza vissuta. Avrebbe subito le violenze tra l’ottobre 2007 e il febbraio 2008, quando l’uomo, parente acquisito, non diretto, si trovava a Savona per trascorrere un periodo in attesa di trovare lavoro.

La misura restrittiva nei confronti del giovane è scattata dopo che gli agenti della squadra mobile della questura di Savona hanno eseguito delicati accertamenti. L’altra mattina l’hanno accompagnato, prima in ospedale per una visita (in termini giuridici si è trattato di un incidente probatorio) poi presso gli uffici della procura della Repubblica. Qui, davanti al pubblico ministero Giovanni Battista Ferro, rientrato appositamente per seguire il delicato caso, il giovane è crollato. «Ma non l’ho violentata, l’ho soltanto toccata, l’ho sfiorata» ha detto. Lo stato di fermo sarà preso in esame oggi in tribunale.

La vicenda, agghiacciante di per sè, ancora di più per i particolari del contagio, è venuta a galla una decina di giorni fa. Quando i genitori della bimba, entrambi di nazionalità cinese, preoccupati da alcuni problemi di salute accusati dalla loro piccola, hanno deciso di accompagnarla in ospedale, al San Paolo, presso il pronto soccorso. I medici l’hanno visitata accuratamente e dopo averla sottoposta ai controlli ginecologici hanno emesso la sconcertante diagnosi. Sulla bambina chiare tracce della violenza subita e purtroppo anche della presenza del virus. Da qui le indagini di polizia giudiziaria affidate agli agenti della squadra mobile di Savona, sotto la supervisione del dirigente Saverio Aricò. Dalla diretta testimonianza dei genitori, la polizia ha appreso che un parente non diretto, ospite per un certo periodo a Savona, poi trasferitosi a Milano, era affetto da una patologia di identica natura. I collegamenti sono apparsi evidenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...