Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza –

Pedofilia: abusata per anni dallo zio! l’inferno vissuto da un angelo!!

Lascia un commento

Il Giustiziere degli Angeli

Ancora una storia di abuso ai danni di una bambina. Ancora una storia raccapricciante su cui riflettere: siamo fallibili e dobbiamo fare i conti con la nostra coscienza! Mi sembra così impossiile leggere ogni volta che il mostro era un “INSOSPETTABILE”… Che cosa ci rende ciechi e sordi difronte a questi bambini abusati? Nessuno mai che si accorga dei comportamenti anomali dei bambini che stanno subendo qualcosa che non gli permette di vivere serenamente la loro fanciullezza? Nessuno mai che colga un atteggiamento inusuale, uno sguardo, un gesto dell’adulto orco? Si arriva poi allo sfogo di una bambina che non ce la fà più a sopportare quel dolore e comincia a raccontare! ma il suo racconto viene messo in dubbio!! comincia la trafila delle “audizioni protette” dove orde di psicologi contrappongono le loro teorie, gli studi decennali, la scienza e dove avvocati “specializzati” iniziano la distruzione del minore parlando e straparlando di “falsi abusi”, di racconti “indotti”, di “vendette” trasversali di parenti, amici e quant’altro… E l’angelo abusato dall’orco continua a pagare un male creato e gestito da un mondo adulto che vorrebbe cancellare!

MINORENNE VIOLENTATA PER ANNI
Quello zio le ha rubato l’adolescenza
Gli abusi avvenivano nella casa di lui. I genitori erano totalmente ignari. La delicata indagine è stata condotta dall’ufficio minori della questura
 
Ferrara, 9 giugno 2008 – QUANDO rimaneva sola con lui cominciava l’inferno. I palpeggiamenti, gli obblighi, gli abusi sessuali. Emergono nuovi e inquietanti particolari della terribile vicenda, raccontata ieri dal Carlino, che ha visto una minorenne subire per anni violenze sessuali da parte di uno zio il quale da circa un mese si trova agli arresti domiciliari. L’uomo, 54 anni padre di famiglia di un ragazzo già maggiorenne, sposato e incensurato, vive in un piccolo paese del basso ferrarese. Nessuno avrebbe mai sospettato di lui, di una persona – racconta chi lo conosce – a volte un po’ schiva ma ben lontano da far pensare a fatti di tale gravità e orrore.

LA GIOVANISSIMA vittima, che oggi non è ancora diciottenne, ha raccontato di essere stata vittima degli abusi del parente fin da quando di anni ne aveva appena 8. Succedeva sempre nell’abitazione dell’uomo laddove la piccola trascorse tantissimo tempo: con i genitore vive in un paese distante pochi chilometri da quello dello zio e lì quasi ogni mattina veniva accompagnata da mamma e papà quando andavano a lavorare. Ed era lui che la ‘accudiva’ fino al loro ritorno. Sfruttandone l’ingenuità, con ferocia e astuzia, ha saputo plagiare quella giovanissima mente, obbligando la nipotina a concedersi ma senza mai parlare con l’esterno.Lei ben presto ne è diventata succube, impotente di fronte a tutto quanto stava succedendo. L’uomo, da quanto è emerso, la costringeva a ‘giocare’ con lui, ovvero con reciproci toccamenti nelle parti intime che poi sfociavano in atti ancora più terribili.

UN INFERNO che si materializzava molto spesso ed è proseguito anni e anni fino a quando la ragazzina non ce l’ha più fatta. In tutto questo periodo ha cercato di tutelare quell’uomo di cui si fidava e proprio per questo si vergognava a chiedere aiuto a terze persone.
Qualche mese fa il tutto è scoppiato: l’adolescente ha trovato la forza e il coraggio di parlare con una insegnante e con una psicologa. Il suo racconto è stato ritenuto credibile e immediatamente è stata informata la famiglia, fino a quel momento totalmente all’insaputa della storia. Da qui si è arrivati alla polizia, all’ufficio minori della nostra questura che ha diretto l’inchiesta e ha portato la magistratura ad emettere un ordinanza di custodia cautelare nei confronti di quell’insospettato ora agli arresti domiciliari (l’accusa è di violenza sessuale aggravata e continuata). Ma mai nessuno ridarà indietro alla giovane la sua adolescenza, la sua spensieratezza e l’allegria che contraddistingue i ragazzi della sua età.

di Nicola Bianchi

09.06.2009 Il Resto del Carlino

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...