Mamma Dolce BLOG

Pedofilia – Abusi – Violenza -


8 commenti

Denise Pipitone: ancora errori nell’indagine sulla scomparsa della piccola.

Il Giustiziere degli Angeli

Ieri sera ho seguito la trasmissione “Chi l’ha Visto” che, ancora una volta (giustamente), ha trattato il caso della scomparsa della piccola Denise Pipitone. Sappiamo già che sono venuti alla luce, negli ultimi mesi, elementi importanti quali le tracce dello spostamento del telefonino in uso ad Anna Corona (ora indagata ufficialmente) nella notte del rapimento di Denise. Le tracce dell’utenza portano a Carini, distante due ore dal luogo della scomparsa e le intercettazioni sono inquietanti. Anna Corona è la madre di Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise, rinviata a giudizio nei giorni scorsi con l’accusa di sequestro di minore e, in un casolare vicino Carini, risiedono alcuni parenti delle due donne. Per questo, su richiesta dell’avvocato Frazzita, si disponeva un soprallugo nel casolare atto a stabilire se vi fossero tracce del passaggio della piccola Denise.  Il servizio della trasmissione di ieri sera partiva proprio davanti al cancello del casolare dove la giornalista ci informava che la mattina seguente (oggi) si sarebbero recati gli inquirenti a cercare le tracce di Denise. Mi sembrava strano, ed a molti altri penso, che dentro la proprietà vi fosse un cane che continuava ad abbaiare e che non ci fosse nessun cartello che indicava la “proprietà posta sotto sequestro giudiziario”. Infatti la telefonata in trasmissione dell’avvocato Frazzita e di Piera Maggio, con toni molto alterati, chiariscono subito che siamo di nuovo di fronte ad uno scandaloso comportamento della giustizia italiana che non solo avverte all’ultimo momento l’avvocato e la madre di Denise ma non si preoccupa nemmeno di “congelare il luogo” dove potrebbe essere stata portata Denise. E’ lecito farsi domande? è lecito chiedersi come mai sembra manchi la volontà di stabilire cosa è successo alla bambina? è lecito incazzarsi?


A Villagrazia di Carini la prigione di Denise?

Una casa di campagna a Villagrazia di Carini, nel Palermitano, potrebbe essere stata la ”prigione” della piccola Denise Pipitone, la bimba scomparsa il primo settembre del 2004 a Mazara del Vallo mentre giocava davanti casa. Il casolare, dove stamattina avrebbe dovuto svolgersi un accertamento tecnico irripetibile, è stato mostrato ieri sera dalle telecamere della trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?”.

Continua a leggere


19 commenti

Liam Gabriele McCarty – Quando l’in-giustizia colpisce i bambini. Leo, il bambino “wanted”.

Il Giustiziere degli Angeli

Parliamo di nuovo di Leone, il bambino conteso tra l’Italia e l’america, che ora si nasconde con sua madre Manuela non sappiamo dove. Come già scritto nell’articolo di Marida Lombardo Pijola (LINK ARTICOLO) il bambino ha voluto chiamarsi così perchè il leone è un animale forte, come lui! Noi che ne scriviamo sappiamo bene quale è il suo vero nome ma non lo abbiamo diffuso nonostante l’americano padre lo ha fatto con nome e foto ovunque sul web. Esistono delle Leggi ben precise che tutelano le persone, soprattutto se minori e NOI le abbiamo rispettate. Abbiamo soprattutto accolto la volontà di un bambino che ha voluto lo si chiamasse LEONE. Ma ancora una volta si scopre che le Leggi vengono interpretate e che, a seconda di chi le deve applicare e ne ha il potere, ci sono pesi e misure diverse.  Cosa è accaduto? cosa si è perso nel sistema giuridico che ha colpito ancora l’esistenza di Leo? Quale strada si percorre per salvaguardare questo bambino?????


Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 38 follower